Teramo, manifesti contro Brucchi e la maggioranza sui muri della città

Sono apparsi questa mattina in diversi angoli del centro della città, alcuni manifesti con frasi rivolte al sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, e alla sua amministrazione, con l’invito alle dimissioni.

Hanno destato curiosità alcuni cartelloni, scritti a mano, con pennarelli colorati e rigorosamente anonimi, che dalle prime ore della giornata sono comparsi su alcune vetrine, muri e colonne in diverse zone del centro storico.

“Agli autori di questo degrado politico”, si legge in uno di essi, “avete infranto sogni e speranze portando questo Comune ad un passo dal fallimento. Voi siete responsabili di ciò noi lo saremo se tacessimo”.

“Il sindaco privato di autorevolezza dalla sua stessa compagine e chiuso nella sua torre d’avorio, amplificando la lontananza dell’amministrazione dalle reali necessità della città”, si legge in un altro che invita gli amministratori a ridare dignità a Teramo.

Mentre un altro parla di umiliazione di una città “utilizzata dal centrodestra in un contesto di guerra tribale come strumento di ricatto per spartizioni di candidature”, il cui gioco sarebbe stato scoperto e apparirebbe inaccettabile.

Infine l’invito a tutti “coloro che hanno sostenuto questa amministrazione comunale, a coloro che hanno goduto della fiducia di una comunità” alle dimissioni.