6.5 C
Abruzzo
lunedì, Agosto 15, 2022
HomeNotizie TeramoCronaca TeramoRoseto, sequestrate 277 apparecchiature elettroniche per accesso abusivo ad internet

Roseto, sequestrate 277 apparecchiature elettroniche per accesso abusivo ad internet

Ultimo Aggiornamento: sabato, 28 Ottobre 2017 @ 21:47

Guardia-di-FinanzaRoseto. Sequestrate 277 apparecchiature elettroniche per l’accesso abusivo ad internet. I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Giulianova, in occasione della Fiera dell’Elettronica al palazzetto dello sport di Roseto degli Abruzzi, hanno  sequestrato del materiale di proprietà di un uomo di origine campana, ma domiciliato nella provincia di Teramo, che si trovava negli stand espositivi ed in un deposito in suo possesso.

L’illecito  contestato dai finanzieri è quella  prevista dall’art. 615-quater del Codice Penale, consistente nel disporre di mezzi di accesso idonei per superare le barriere protettive di un sistema informatico, coperte da password, senza che il titolare di una rete abbia espressamente dato il libero consenso. 

L’apparecchiatura elettronica che veniva posta in vendita, era costituita da un kit comprendente una antenna wireless, un amplificatore wi-fi con un dvd masterizzato, riportante il sistema operativo in lingua cinese e l’applicativo in lingua inglese, che in teoria serviva a fare un test di sicurezza sulla propria rete.

In realtà, le successive verifiche effettuate dalle Fiamme Gialle di Giulianova, anche con l’ausilio di tecnici specializzati nel settore, hanno dimostrato che il materiale sequestrato avrebbe consentito di superare il “lucchetto” che appare quando qualcuno non vuol far condividere liberamente l’accesso alla propria rete internet. Tale sistema  offerto in commercio avrebbe consentito di “craccare” la rete internet protetta di un altro utente con la possibilità di permetterne l’intrusione abusiva anche senza conoscerne i relativi codici di accesso. L’attività investigativa della Guardia di Finanza prosegue per accertare la provenienza del materiale sequestrato e per verificare eventuali responsabilità di altri soggetti. Nel titolare dell’esercizio commerciale è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Teramo che ha convalidato il sequestro.

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'