Alba Adriatica, ancora in coma l’avvocato investito a Praga, il figlio rientra in Italia

Alba Adriatica. Si vivono ore di apprensione ad Alba Adriatica, ma non solo, per le sorti di Roberto Rossoli, l’avvocato di 47 anni vittima di un investimento una settimana fa nel centro di Praga.

 

 

 

Il noto e apprezzato professionista forense, da oramai una settimana, è in coma, anche se qualche timido segnale di miglioramento nel suo quadro clinico, sembra affiorare. Nella capitale della Repubblica Ceca, ci sono la moglie e il fratello Tiziano, anche lui avvocato nella vita.

I prossimi giorni saranno decisivi per tracciare il quadro clinico per l’avvocato di Alba Adriatica, che ha riportato una grave trauma cranico e diverse fratture.

Nel frattempo, nelle prossime ore dovrebbe tornare in Italia il figlio di Rossoli, investito a sua volta dal taxi impazzito (guidato da un autista alticcio), che nell’investimento ha riportato la frattura di tibia e perone. Il piccolo, con una situazione clinica decisamente diversa, potrebbe essere dimesso e far ritorno ad Alba Adriatica.