Pianella Vicina contro l’esternalizzazione degli scuolabus

Pianella. “Dopo l’affidamento della gestione dei cimiteri alla Società privata, la maggioranza del sindaco Marinelli ha deciso di affidare ai privati anche il servizio di trasporto scolastico con gli scuolabus, denigrando come al solito i consiglieri di opposizione, in Consiglio Comunale, accusandoli apertamente di fare clientelismo e solo discorsi da Bar”.

L’accusa alla giunta pianellese arriva dal capogruppo di Pianella Vicina, Gianni Filippone, che spiega in una nota: “Nell’ultimo consiglio comunale del 1° aprile scorso la maggioranza (ridotta a sette Consiglieri) del sindaco Marinelli, ha deciso di affidare alle ditte private le ultime due linee del trasporto pubblico scolastico con Scuolabus, senza preoccuparsi minimamente del licenziamento di due autisti dipendenti comunali e tantomeno dell’aumento futuro del costo delle rette che pagheranno i genitori degli alunni che utilizzeranno il servizio”.

Nel suo intervento in consiglio, Filippone “invitando i Consiglieri a valutare attentamente anche l’aspetto occupazionale, in quanto con la suddetta esternalizzazione si sopprimono due posti di lavoro a cuor leggero”, ha segnalato che “il Comune di Pianella, dopo la privatizzazione degli ultimi due scuolabus, non avrà a disposizione nessun mezzo di trasporto scolastico di sua proprietà, di conseguenza si troverà sempre ad essere sottoposto alle condizioni delle ditte private, le quali, in base al principio delle leggi di mercato, condizioneranno i prezzi e gli aumenti futuri del servizio con voci di costi di gestione insopprimibili, ad esempio – IVA, aumenti ISTAT e contratti C.C.N.L. del personale, costi per la sicurezza, aumenti di prezzo carburanti e manutenzioni ecc.”

“Di fronte a questi aumenti l’Amministrazione Comunale sarà costretta ad aumentare le tariffe ai genitori degli alunni, per rispettare l’economicità della gestione del servizio e le norme imposte dalle leggi sul bilancio”, allerta il consigliere d’opposizione, proponendo di “rinviare il punto all’ordine del giorno, al fine di approfondire e studiare tutte le possibilità economiche per l’acquisto di due nuovi scuolabus ecologici ibridi o elettrici mantenendo la gestione pubblica del trasporto scolastico, evitando la riduzione dei posti di lavoro del personale dipendente di questo Comune”.