Aielli, ecco Junker: l’applicazione che aiuta a differenziare

Il Comune di Aielli ha adottato e messo a disposizione Junker, un servizio fruibile tramite APP (per smartphone android o apple) che riconosce con un solo clic quello che stiamo gettando e ci dice dove gettarlo.

 

Tanto semplice da essere rivoluzionaria. Il funzionamento é semplice: scansionando il codice a barre sul prodotto o sull’imballaggio, Junker lo riconosce grazie ad un database interno di oltre 1 Milione di prodotti e ne indica la scomposizione nelle materie prime e i bidoni a cui sono destinati. Basti fare l’esempio delle buste di carta con finestra di plastica, delle confezioni di caffè, delle bottiglie in pvc e così via. Un database ‘in progress’ che viene aggiornato quotidianamente anche grazie al contributo degli utenti: se il prodotto scansionato non viene riconosciuto, l’utente può trasmettere alla app la foto del prodotto e ricevere la risposta in tempo reale, mentre la referenza viene aggiunta a quelle esistenti.

 

Uno strumento innovativo perfettamente in linea con la filosofia della amministrazione aiellese che cerca sempre di essere all’avanguardia. Junker è a disposizione gratuitamente per tutti, e dà anche la possibilità al Comune di comunicare molte altre informazioni: ubicazione dei punti di raccolta, percorsi, calendari del porta a porta, indicazioni per i rifiuti speciali, segnalazione degrado ecc., prevenendo, in tal modo, anche il rischio di sanzioni indesiderate. “Proviamo a migliorare la quotidianità dei nostri cittadini – afferma il sindaco Enzo Di Natale – cercando di avvicinare l’amministrazione agli aiellesi.

 

A volte una app può essere una soluzione ottimale per diminuire la complessità di servizi complessi. Con Junker, oltre a fornire uno strumento che facilita la separazione dei rifiuti, riusciamo anche ad accorciare la comunicazione. Differenziare, da oggi, sarà più facile. “