Lavoratori in nero e senza HACCP, il Nas in uno stabilimento di Roseto

Nel corso del controllo a Roseto degli Abruzzi nei pressi di uno stabilimento balneare dove era in atto una festa tra giovani, il NAS di Pescara ha riscontrato anche violazioni in materia di sicurezza alimentare derivante dalla mancanza del manuale HACCP e schede di monitoraggio in applicazione delle procedure di autocontrollo aziendale, elevando sanzione amministrativa di 2000 euro.

Il Nil ha inoltre denunciato a piede libero l’amministratore della società in quanto avrebbe rilevato mancanze relative alla sorveglianza sanitaria dei lavoratori, idoneità degli spogliatoi, impianti ed apparecchiature elettriche non idonee, installazioni di videosorveglianza senza autorizzazione da parte del ITL.

Sono stati inoltre trovati sei lavoratori in nero pari al 100% del personale presente con conseguente emissione del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale (non ha decorrenza immediata, ma vi è del tempo per regolarizzare i lavoratori. Se non sono regolarizzati scatta la sospensione).

Il Nil ha elevato un totale di sanzioni amministrative pari a circa 30.000,00 euro e un totale di circa 6000 euro di ammende.

Sono in corso accertamenti amministrativi tesi anche alla verifica delle autorizzazioni per lo svolgimento dello spettacolo d’intrattenimento.