Basket, Roseto prova a complicarsi la vita ma passa a Senigallia: Liofilchem ai play-off da quarta

GOLDENGAS SENIGALLIA – LIOFILCHEM ROSETO 75-95 (14-30; 23-30; 28-11; 10-24)

SENIGALLIA: Conte 15, Pierantoni 2, Giacomini, Giunta 6, Centis, Rossini, Gurini 26, Terenzi 1, Cicconi 7, Costantini 3, Moretti, Pozzetti 15. Coach Gabriele Ruini

ROSETO:  Pedicone 7, Gaeta, Valentini, Di Emidio 10, Cocciaretto 2, Sebastianelli 7, Palmucci 3, Ruggiero 8, Amoroso 11, Nikolic 15, Serafini 7, Lucarelli 25. Coach Tony Trullo

ARBITRI: Gallo e Secchieri

Note: tiri da due Senigallia 21/40, Roseto 24/40. Tiri da tre 6/23, 12/26. Tiri liberi 15/25, 11/14. Rimbalzi 38 (24+14), 38 (30+8)

 

Fin troppo facile per metà gara il successo della Liofilchem Roseto sul campo della Goldengas Senigallia, prima di complicarsi incredibilmente la vita nel terzo quarto e riprendere in quello finale la diritta via e portare a casa il successo per 75-95.

I ragazzi di Trullo chiudono in ogni caso come meglio non potevano la seconda fase del girone C del campionato di B. Quarto posto finale per i biancazzurri, che avranno l’opportunità di sfruttare il fattore campo (quanto importante in palazzetti senza pubblico?) nel primo turno dei play-off.

Gara dominata già dalle prime battute dagli ospiti, che bombardano il quintetto di casa sotto una pioggia di triple, grazie alle quali la Liofilchem condurrà addirittura di ventotto lunghezze dopo 18’ ed andrà all’intervallo con 60 punti realizzati. Il match però si riapre sorprendentemente nel terzo quarto, con la Goldengas che torna sul -4. Lucarelli e compagni però tornano a dominare negli ultimi dieci minuti di gioco.

Una volta trovato il primo canestro della gara con Nikolic, la Liofilchem impiegherà circa 5’ per prendere il largo nel punteggio ma manterrà sempre la testa avanti, portando il proprio vantaggio a dieci lunghezze dopo meno di 7’ e chiudendo la frazione iniziale con la tripla di Pedicone del 14-30.

Come avvenuto nella fase finale del periodo precedente, la formazione di Trullo nel secondo quarto mitraglierà con insistenza la difesa avversaria da tre, tirando con un momentaneo 8/14 dalla lunga distanza, con Amoroso già a quota tre bombe. Roseto vola al 18’ sul +28 ed andrà all’intervallo sul 37-60 con Lucarelli, Amoroso e Nikolic in doppia cifra ed il giovane Pedicone già a quota 7.

La Liofilchem però rimane oltremisura con la testa negli spogliatoi; dopo due minuti e mezzo del terzo quarto la Goldengas ha dimezzato lo svantaggio e sul 47-61 Trullo chiama time-out. Dopo un nuovo canestro di Giunta è Serafini ad interrompere un parziale di 17-1 iniziato nelle battute conclusive del secondo periodo.

I padroni di casa tornano sorprendentemente a crederci ed al 25’ riducono il gap sul 53-63. Dopo un ½ di Serafini dalla lunetta, Gurini sigla il -9 per i marchigiani.  Gli ospiti sembrano risvegliarsi con un siluro di Lucarelli, ma Senigallia a questo punto vuole giocarsi il tutto per tutto e, complici un fallo antisportivo ed un tecnico alla panchina rosetana, si riporta ad appena quattro lunghezze prime di due liberi di Lucarelli che chiudono la frazione sul 65-71.

Roseto riprende in mano le redini del gioco nell’ultimo quarto e con altri sette punti consecutivi torna sul +13 al 32’. Dopo un nuovo canestro di Nikolic, è Conte ad interrompere il parziale biancazzurro di 0-11: 67-80 al 35’. Le successive triple di Di Emidio e di Ruggiero chiudono questa volta definitivamente il match, pur essendoci ancora 4’ da giocare. Anzi nelle battute finali il divario continua a crescere, fino al definitivo 75-95.