Basket, la Liofilchem Roseto prende Mirco Turel: ex Chieti e Nazionale azzurro giovanile

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 23 Luglio 2021 @ 15:16

Si tratta di un vero colpo di mercato quello messo a segno dalla Liofilchem Roseto, che ha ufficializzato l’ingaggio dell’atleta Mirco Turel, guardia-ala di 196 cm, che andrà a rimpolpare il reparto esterni di Coach Quaglia.

Classe 1994, nativo di Pordenone, Turel è un realizzatore di prima fascia, tiratore mortifero dai 6,75 e dal curriculum importante: doti balistiche super per Mirco che nella scorsa stagione in maglia Piombino è stato il quinto miglior realizzatore del Girone A con 16,5 punti di media ad incontro.

I primi passi sul parquet Turel li muove con l’Ardita Gorizia a livello giovanile, nel 2010 il passaggio a Monfalcone con cui esordisce in Serie B: l’anno successivo fa il salto in A2 con la maglia Imola, squadra con cui rimane fino al 2014, concludendo poi la stagione in A2 Silver con il Basket Nord Barese ( quasi 6 di media ).

L’estate del 2014 il passaggio a Treviglio ( A2 ) con coach Vertemati in panca, con la compagine lombarda ci rimane per ben due anni ad una media di 9 punti a partita: l’anno successivo si dive tra Agropoli e Chieti, rimanendo sempre nella seconda serie Nazionale, in A2 resta anche nel 2017/18 in canotta Cagliari ( 6 punti di media ).

Il 2018 il passaggio ad Orzinuovi in B, 12 di media in campionato e 13,5 nei playoff, e con la squadra orceana conquista la promozione in A2 ( nello spareggio vincente contro San Severo Turel è uno dei migliori con 14 punti ). Il 2019 c’è il ritorno in A2 con la maglia di Caserta, mentre nella scorsa stagione il passaggio a Piombino in B, con medie di assoluto valore: oltre 16 punti di media, il 32% da tre punti, 3 rimbalzi, 2 assist e e quasi 2 recuperi a incontro.

Turel è stato anche nel giro delle Nazionali giovanili per diverso tempo, partecipando ai Campionati Europei nelle categorie U16, U18 e U20.

Curiosità: Mirco è figlio d’arte, il padre Davide è stato uno dei realizzatori più prolifici negli anni ’80 con la canotta di Gorizia.

Queste le prime parole di Mirco Turel in maglia Liofilchem: “ Finalmente arrivo a giocare a Roseto dopo averlo affrontato molte volte da avversario ed esserci stato in ritiro con la Nazionale, da sempre sono stato affascinato dal calore della piazza e dei tifosi contento nell’essere qui in una società ambiziosa, sana, una squadra molto competitiva fatta di giocatori importanti per la categoria, come Amoroso e Ruggiero, due giocatori che hanno fatto la storia del basket italiano“.

 Coach Quaglia presenta così l’ultimo acquisto rosetano: “ Turel è stato un acquisto fortemente voluto da proprietà e staff, un giocatore che può far veramente bene a Roseto, che vive di emozioni in campo e l’ambiente rosetano potrebbe essere la piazza giusta per lui.

Atleta dalle assolute qualità, ha già vinto questo campionato ed è un punto a nostro favore; Il nostro obiettivo è fare un campionato di buon livello e sono sicuro che con Mirco , che aggiunge ulteriore qualità, abbiamo alzato notevolmente l’asticella”.