Roseto, poca difesa e pochissimi rimbalzi: Montegranaro ha la meglio

MONTEGRANARO – ROSETO SHARKS 98-87 ( 26-19, 22-18, 23-29, 27-21 )

Montegranaro: Maspero 15 , Gueye 3 , Angellotti n.e., Ciarpella
n.e. , Powell 15 , Zucca 6 , Corbett 29 , Amoroso 11 , Rivali 4 ,
Campogrande 10 , Treier 5 , Mitt n.e.
All. Ceccarelli

Roseto: Combs 21 , Ogide 13 , Alessandrini n.e. , D’Eustachio n.e.
, Lupusor 21 , Contento 11 , Di Bonaventura 2 , Lusvarghi
n.e., Fasciocco n.e. , Zampini , Casagrande 12 , Infante 7
All. Di Paolantonio

NOTE: Tiri da 2: Montegranaro 24/32 75%;
Roseto 22/35 63%
Tiri da 3: Montegranaro 12/33 39% ;
Roseto 6/21 29%
Tiri Liberi: Montegranaro 11/15 73%;
Roseto 25/29 86%
Rimbalzi: Montegranaro 33 ( 11 offensivi ) ; Roseto
18 ( 2 offensivi )
Assist: Montegranaro 18 ; Roseto 11

ARBITRI: Beneduce, Capotorto, Lestingi

USCITI PER 5 FALLI: nessuno

Porto San Giorgio. Roseto ci prova, senza il suo regista titolare: ma non trova mai le contromisure difensive al suo avversario, che domina a rimbalzo, beneficiando di secondi tiri e di marcature spesso troppo generose da parte dei biancazzurri. Così Montegranaro riesce a sconfiggere, seppur con qualche patema, 98-87 gli Sharks al PalaSavelli di Porto San Giorgio.

I ragazzi di Di Paolantonio rimangono a 0 punti in classifica, in coabitazione con Bergamo, Udine e Orzinuovi, quest’ultima prossima avversaria proprio dei biancazzurri.

Decisivi per la vittoria locale, i 29 di Lamarshall Corbett, in dubbio alla vigilia a causa di una caviglia malconcia,
e i 15 a testa di Powell e Maspero; a Roseto non bastano i 42 totali della coppia Lupusor-Combs.

Inizio di partita sulle gambe per i biancazzurri, un po’ contratti e consapevoli della grande posta in palio che c’era : mini-allungo locale sul 7-3 con Corbett e Powell ( 10 a fine parziale per l’ex Treviso ) subito protagonisti. Roseto reagisce con Lupusor riportandosi sul 17-17.

Una tripla di Gueye costringe il primo time-out a coach Di Paolantonio sul 22-17; un canestro di Infante sembra dare la scossa in positivo ma sempre Powell chiude la prima frazione con il punteggio di 26-19 in favore proprio dei
marchigiani.

Nei secondi 10 minuti arriva l’allungo dei padroni di casa, maturato grazie ad una difesa di ferro capace di concedere soli 10 punti agli Sharks in 6 minuti; Corbett, che non doveva neanche essere in campo, mette una tripla dietro l’altra, facendo capitolare i biancazzurri sul meno 15, 44-29. Gli Sharks ci provano ancora con Lupusor e Combs, ma all’intervallo il divario rimane sulla doppia cifra, 48-37.

In avvio di ripresa Roseto riesce a mordere in difesa, allungando di più le mani e cominciando a giocare “duro”: Contento e Casagrande con due triple aizzano i tifosi biancazzurri ( 350 sugli spalti ) venuti in
massa al PalaSavelli, coach Ceccarelli è costretto al time-out al 23° sul 51-47, al rientro due canestri da tre punti consecutivi di un redivivo Campogrande ristabiliscono le distanze di inizio match, potrebbe essere il colpo del k.o..

Gli Sharks però, al di là delle lacune tecniche, non hanno alcuna intenzione di mollare sul piano agonistico, così riescono nuovamente a rifarsi sotto, prima che una una tripla del solito Corbett, che nell’occasione ubriaca il malcapitato Di Bonaventura, allo scadere del quarto accende il tabellone luminoso sul 71-66.

L’ultimo quarto si apre con la solita fiammata di Corbett, dall’altra parte si scuote Combs, ma è Maspero a fissare nuovamente il massimo vantaggio al minuto 33 sul 81-69; Ogide ne mette 4 di fila, insieme al positivo Contento, ma è fuoco di paglia, con Corbett( ottima la sua gara, un po’ meno le
risposte al pubblico rosetano e successivamente alla panchina ospite) e Powell che sigillano la gara con il punteggio finale di 98-87.

Nel prossimo turno, domenica 15 ottobre, gli Sharks saranno ancora di scena fuori dalle mura amiche affrontando al PalaSanFilippo di Brescia Orzinuovi, e saranno chiamati subito pronto riscatto.