-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Roseto passeggia a Matera, finisce 85-105 al PalaSassi

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 2 Novembre 2017 @ 19:14

BAWER MATERA – MEC ENERGY ROSETO 85-105

Parziali: 19-26; 38-63; 57-85; 85-105

MATERA: Chase 8, Mastrangelo 11, Corral 8, Lestini 15, Hubalek 40, Cantagalli 2, Dagostino n.e., Santarsia, Bertocco 1, Zaharie. Coach: Ciccio Ponticiello.

ROSETO: Allen 24, Papa 4, Bryan 12, Moreno 11, Weaver 14, Borra 12, Marini 16, Marulli 10, Trevisan 2, Mariani, Ferraro n.e.. Coach: Tony Trullo.

Arbitri: Pepponi, Capozziello e Chersicla

Matera. La Mec-Energy Roseto riscatta il ko casalingo con Treviglio di due settimane fa vincendo agevolmente 85-105 al PalaSassi di Matera contro la Bawer fanalino di coda.

Tutto fin troppo facile per il quintetto di Trullo nonostante il nuovo infortunio occorso nelle scorse ore a capitan Innocenzo Ferraro. Partita vera solo nel primo quarto, poi gli Sharks hanno preso definitivamente il largo al cospetto di una formazione materana apparsa demotivata e totalmente incapace di controbattere alle scorribande degli ospiti, non soltanto tecnicamente ma anche mentalmente. Da salvare fra i lucani solo il ceco Hubalek, che ha predicato nel deserto realizzando 40 punti. Ben sette i giocatori in doppia cifra in casa Mec-Energy.

Eppure l’avvio di gara sembrava preannunciare un copione del match molto differente. La Bawer si porta immediatamente avanti 7-0 grazie a Corral, Hubalek e una tripla di Lestini. Roseto replica con sei punti consecutivi. Al 5′ i locali conducono 13-10 ma soffrono in difesa la fisicità di Bryan. Un minuto più tardi arriva il sorpasso, che poi si rivelerà definitivo, da parte degli Squali rosetani sul 13-14. Allen mette la bomba del 15-22 e coach Ponticiello chiama time-out con 1’39” da giocare nel primo periodo, che poi si chiuderà sul 19-26. La sfida fra le due squadre termina praticamente in questo momento.

Il secondo quarto sarà quasi totalmente un monologo dei ragazzi di Trullo, che metteranno a bersaglio la bellezza di 37 punti! Ponticiello prova a fermare l’assolo degli Sharks sul 21-36 a 6’44” dall’intervallo lungo. Roseto si porta sul 23-41 poco prima del 15′. Hubalek cerca di tenere viva Matera, ma gli abruzzesi bombardano il canestro avversario fino ad andare al riposo sul punteggio di 38-63. Sono già 20 i punti di Allen, 11 quelli di Marini e Moreno.

La Mec-Energy, sentendo di avere incamerato una fetta enorme di questo sucesso, decide di abbassare sensibilmente i ritmi, senza subire risvolti negativi. Kyle Weaver, fin lì opaco, dà alcuni saggi della sua classe, incantando i presenti.

Allen in contropiede regala il+30, 51-81, al 27′. Il terzo quarto si chiude sul 57-85.

Nell’ultima frazione Trullo, come prevedibile, concede spazio ai più giovani. Per Matera segna quasi esclusivamente Hubalek, mentre Roseto sfonda il muro dei 100 punti con la tripla di Marini. Va a bersaglio per la prima volta anche il giovane Trevisan prima che Mastrangelo fissi il risultato sul definitivo 85-105.

 

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate