- SPECIALE ELEZIONI -
6.5 C
Abruzzo
domenica, Luglio 3, 2022
HomeSport AbruzzoAltri sport AbruzzoBasket, B Femminile: l'Olimpia cede alla distanza, Pesaro espugna Roseto

Basket, B Femminile: l’Olimpia cede alla distanza, Pesaro espugna Roseto

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 2 Novembre 2017 @ 6:29

OLIMPIA BASKETBALL CLUB ROSETO – BASKET PESARO 57-60 (15-12; 33-21; 44-38)

ROSETO: Gatti ne, Mascitti 5, Peracchia 2, Milicevic 13, De Massis 3, Trovarelli, Contaldo 4, Marini, Ansaloni ne, Markovic 6, Cantarini ne, Sordi 24. All.: Ghilardi
PESARO: Biagini 5, Federici 3, Borulli 5, Gjinaj, Monti, Franca, Magi 11, Pentucci 10, Gambini 9, Canestrari 17. All.: Tonucci

Usciti per 5 falli: nessuno

Roseto degli Abruzzi. L’Olimpia cede nell’ultimo periodo e lascia a Pesaro i due punti. Un peccato, dopo tre quarti sempre in vantaggio. Le marchigiane giocano più di squadra, mentre la compagine rosetana si affida troppo alla Sordi (buona comunque la sua gara).

Ghilardi parte con Mascitti, Peracchia, Sordi, Milicevic, Markovic. Risponde Pesaro con Biagini, Federici, Barulli,Pentucci, Canestrari.
Partenza bruciante per l’Olimpia con la Contaldo in evidenza e una Markovic combattiva sotto le plance. Dopo 5 minuti il parziale è 9-3. Pesaro, però, è una squadra tosta e, in meno di 30 secondi, infila 5 punti e rientra. Al 6’ è parità, 10-10. La difesa marchigiana è molto aggressiva e Roseto soffre, ma i viaggi in lunetta della Sordi permettono all’Olimpia di chiudere il primo quarto avanti, 15-12 il punteggio.

Nel secondo quarto l’Olimpia cambia marcia. Mascitti e De Massis infilano due triple, ma la difesa non è aggressiva e Magi, con 8 punti di fila, tiene lì Pesaro, 25-20 al 15’. Cresce la Milicevic, fondamentale nei meccanismi di gioco di coach Ghilardi. La squadra di Tonucci soffre, e l’Olimpia tenta l’allungo, 33-20 a un minuto dall’intervallo. Biagini segna un libero e fissa il punteggio del secondo quarto sul 33-21.

Al rientro dagli spogliatoi Pesaro reagisce e riduce le distanze, ma di nuovo la Sordi con una tripla tiene a distanza le marchigiane, 36-28 al 24’. L’Olimpia alza l’intensità in difesa, costringendo la squadra di Tonucci a tiri forzati e diverse palle perse. Milicevic gioca con intelligenza, Mascitti fa girare bene la squadra, la Sordi continua a segnare. Pesaro però non molla e, nell’ultima parte del terzo periodo, si riavvicina, 44-38 al 30’.

Nell’ultimo quarto Canestrari e Magi infilano subito due triple, l’Olimpia frena e, al 33’, è parità, 48-48. Roseto si intestardisce, Pesaro gioca più di squadra, ma la Markovic spezza il break marchigiano, 49-48 al 35’. Trovarelli, come sempre, è un mastino in difesa. Roseto forza alcuni tiri, la Canestrari infila un’altra tripla e dà il primo vantaggio a Pesaro, 51-52 a due minuti dalla fine.

La Sordi ristabilisce la parità dalla lunetta. Il finale è al cardiopalmo: Canestrari di nuovo da tre, la Sordi risponde, ma Barulli mette una tripla importantissima, prima dell’1/2 dalla lunetta di Milicevic, 57-58 con 40 secondi da giocare. Pesaro perde palla, ma dall’altra parte la Markovic fa infrazione di passi. La partita, però, non è finita. Pentucci mette due liberi, e Ghilardi chiama time-out per tentare il tiro dell’aggancio.

La Milicevic però fallisce, e Pesaro porta a casa meritatamente i due punti, 57-60 il punteggio finale. Le marchigiane vincono la seconda trasferta consecutiva, mentre l’Olimpia resta a quota 2.

*Foto di Stefano Varani

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'