Eccellenza, Coppa Italia: 2-2 tra Alba Adriatica e Torrese

Alba Adriatica: Petrini, Schiavoni, Di Serafino (18’st Picone), Di Sante (33’st Selmanaj), Fabrizi, Ballanti, Di Nicola, Giorgi (28’st Branno), Santirocco (45’st Riccitelli), Passamonti, Cellucci (28’st Di Quirico). A disp. Barduagni, Montecchia, Galli, Massetti. All. De Amicis

 

Torrese: Camaioni, Casimirri, Consorte, Cernaz, Cichella, Fuschi, Puglia (4’st Criscolo), Tini, Lalli (43’st Di Francesco), Gelsi (43’st Circelli), Di Federico (44’st Spinelli). A disp. Di Virgilio, Di Simone, Di Lodovico, Titianu, Compagnoni. All. Cristofari

Arbitro: Carluccio de L’Aquila (Di Marte-Brandimarte)

Reti: 19’pt Cellucci (A), 23’pt Santirocco (A); 32’st e 42’st (rig.) Criscolo

Note. Gara giocata a porte chiuse sul neutro di Nereto. Angoli 2-5. Ammoniti: Di Sante, Santirocco, Cellucci (A); Criscolo (T). Recuperi: 0, 3’

 

Per oltre un’ora in campo sembra esserci solo l’Alba Adriatica, tonica, aggressiva e molto ludica in fase di impostazione. La Torrese, in ritardo di preparazione per le note vicende, però, torna in corsa nell’ultima parte di confronto. Rimedia al doppio svantaggio e trova spunti incoraggianti l’imminente inizio di campionato. Nell’andata del primo turno della Coppa Italia di Eccellenza, Alba e Torrese danno vita una sfida complessivamente godibile, vera e propria prova generale in vista dell’inizio del campionato tra una settimana.

 

L’Alba di De Amicis, decisamente rinnovata rispetto al recente passato, offre un primo tempo di livello grazie anche alla capacità di compattarsi e trovare spazi tra le linee. Il vantaggio al 19’ ne è l’emblema. Fabrizi trova la profondità per Di Nicola (non perfetta la diagonale difensiva dei giallorossi) che rifinisce per Cellucci che da due passi fa centro. Passano 4’ e gli adriatici raddoppiano: Di Sante verticalizza per Santirocco. Consorte sembra in anticipo, ma l’attaccante di casa fa valere spunto e fisicità e scarica un destro potente sotto la traversa. Gli uomini di Cristofari accusano il colpo e faticano nel trovare le giuste distanze in campo. Al 26’ Cellucci prova la conclusione: palla larga.

 

Nella prima frazione gli ospiti di vedono concretamente solo al 28’ sull’asse Casimirri-Puglia, ma il tentativo di graffiare da parte del capitano non crea grattacapi a Petrini. Prima della pausa, l’Alba è pericolosa in altre tre occasioni: prima con Cellucci (Camaioni dice di no con i piedi), poi con Santirocco. Infine con il tiro-cross di Passamonti che centra il palo, poi Giorgi di testa non riesce a ribadire con efficacia in porta. La ripresa, progressivamente, inizia a dispensare un altro spartito, anche perché la Torrese prova ad alzare ritmi e baricentro, anche con l’ingresso in corsa di Criscolo, poi decisivo.

 

L’Alba non corre grandi rischi però: Petrini è attento al 16’ sulla stoccata di Gelsi. Adriatici che ripartono bene al 19’: Santirocco impegna Camaioni nella presa, ma il tap-in di Passamonti è invalidato dalla bandiera dell’assistente. Il finale è quasi tutto a tinte giallorosse. La Torrese accorcia al 32’ con Criscolo, che trova il corridoio giusto e disegna un diagonale vincente. Gli ospiti trovano coraggio: al 36’ il bolide di Tini centra in pieno la traversa. Poi al 41’ l’episodio che cristallizza il risultato. Consorte si guadagna un rigore (che qualche dubbio resta) e che Criscolo trasforma con freddezza. Finisce in parità in attesa della gara di ritorno in programma il 30 settembre, mentre domenica sarà già campionato con Alba e Torrese impegnate entrambe in trasferta: rispettivamente a Città Sant’Angelo e a Penne.

 

Gli atri risultati

 

Capistrello – Avezzano 1-4

L’Aquila – Nerostellati  1-0

Penne – Sambuceto 0-2

Pontevomano – Nereto 0-2

Spoltore – Delfino Flacco Porto 2-2

Villa 2015 – Chieti 1-1

Bagigalupo Vasto Marina – Lanciano rinviata

Rc Angolana – Acqua&Sapone rinviata