Torneo delle Regioni 2012: Abruzzo in finale di calcio a 5 femminile

torneo-delle-regioniNova Siri. Con la disputa delle semifinali di calcio a 5 maschile e femminile, è iniziata la fase finale della 51ª  edizione del Torneo delle Regioni, la classica competizione della Lega Nazionale Dilettanti che mette di fronte le rappresentative juniores, allievi, giovanissimi, calcio femminile, futsal maschile e femminile dei Comitati Regionali. Emozioni e gol non si fermano mai, ma il dato che rende l’edizione lucana davvero affascinante è la grande incertezza e l’eccezionale varietà di squadre che sono approdate in semifinale.

Quest’anno, infatti, nel novero delle “magnifiche 24” sono rappresentate ben 14 regioni (solo Sardegna, Liguria, Trentino Alto Adige, Piemonte Valle d’Aosta e Molise non hanno promosso almeno una squadre nella seconda fase), un elemento che ha arricchito di contenuti la manifestazione in corso di svolgimento in Basilicata (31 marzo/9 aprile). Riposando tutte le categorie del calcio a 11, la copertina è tutta per il futsal che ha emesso, allo stesso tempo, verdetti inaspettati e confermato i pronostici della vigilia. Nel maschile la Puglia cede lo scettro contro una Campania scatenata che ha condotto una gara ad altissima intensità. I pugliese così, dopo ben cinque finali di seguito, abbandonano il Torneo. Tra le fila dei campani, da segnalare un De Crescenzo stratosferico che firma una splendida tripletta nel 6-2 finale. Capitano coraggioso, il numero 10 della Campania, che accomuna doti atletiche notevoli ad un tocco di palla sublime, porta a nove reti complessive il suo personale score in questa edizione del Torneo. In finale i campani incontreranno la corazzata Sicilia, vera dominatrice fino ad ora in questa categoria. La formazione di Antonino Corsino (campione di categoria nel 2010) ha chiuso a punteggio pieno il girone di qualificazione e poi ha brillantemente sconfitto anche la sorpresa Umbria nella sfida di Salandra con un perentorio 10-5. In evidenza tra i giallorossi il solito Failla e lo scatenato Rizzo che con l’ennesima tripletta è sempre più solo al primo posto in classifica marcatori con ben 17 centri. Tra le ragazze non riesce l’impresa alle padrone di casa che reggono un tempo contro la Puglia, poi sono costrette nella ripresa a cedere il passo alle più quotate avversarie. Decisivo l’uno-due della Volpicella che in 1’ chiude la partita fino a quel momento incanalate su binari non proprio scontati. Nell’altra semifinale, invece, succede quello che non ti aspetti: l’Abruzzo supera il Lazio, finalista nelle ultime due edizioni e campione d’Italia nel 2008. La squadra di Ennio Marianetti, subito l’1-0 della Maggi, riesce ad impattare subito il risultato con la Pastorini e nemmeno il secondo vantaggio laziale riesce a domare la furia agonistica delle abruzzesi che con la Luizelli agguanta il pareggio e poi con Sgravo e Manitta chiude l’incontro. Altro dato da sottolineare per le abruzzesi è il balzo in avanti nella graduatoria delle bomber proprio per la Luizelli che raggiunge in vetta l’attaccante dell’eliminato Trentino Alto Adige Manica (5 gol). Le finali sono in programma domani, in una giornata densa di appuntamenti, perché in contemporanea si svolgeranno anche le semifinali del calcio a 11 in quella che sarà (tenuto conto del riposo per la Pasqua) la penultima giornata di gare della 51^ edizione del Torneo delle Regioni. In questa occasione trova spazio anche un’importante iniziativa di sensibilizzazione fortemente voluta dal CR Basilicata: a Ginosa, alle 9.15 presso lo stadio Comunale Teresa Miani, si disputerà l’incontro amichevole per ciechi assoluti categoria B1, tra Ascus UIC Lecce, per cinque volte campione d’Italia, e UIC Bari, entrambe militanti nel campionato di serie A della Fispic (Federazione Italiana Sport Ciechi e Ipovedenti). Un evento organizzato per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle difficoltà che incontrano queste persone nella vita di tutti i giorni, tra due delle formazioni più importanti dell’intero movimento, e per avvicinare in particolar modo i giovani a questo mondo.

RISULTATI SEMIFINALI E PROGRAMMA GARE FINALI FUTSAL

CALCIO a 5 FEMMINILE
Venerdì 6 aprile 2012
Puglia-Basilicata 0-2
Lazio-Abruzzo 2-4

Sabato 7 Aprile 2012 – ore 10:00
Puglia-Abruzzo (Pala Ercole di Policoro)

CALCIO a 5 MASCHILE
Venerdì 6 aprile 2012
Puglia-Campania 2-6
Sicilia-Umbria 10-5

Sabato 7 Aprile 2012 – ore 11:30
Campania-Sicilia (Pala Ercole di Policoro)

PROGRAMMA GARE SEMIFINALI CALCIO a 11

JUNIORES
Sabato 7 Aprile 2012 – ore 10:30
Emilia Romagna-Lombardia (Altamura)
Marche-Umbria (Francavilla)

ALLIEVI
Sabato 7 Aprile 2012 – ore 10:30
Friuli Venezia Giulia-Toscana (Chiaromonte)
Lazio-Calabria (Ginosa)

GIOVANISSIMI
Sabato 7 Aprile 2012 – ore 10:30
Friuli Venezia Giulia-Toscana (Miglionico)
Lazio-Veneto (Salandra)

CALCIO FEMMINILE
Sabato 7 Aprile 2012 – ore 10:30
Friuli Venezia Giulia-Lombardia (Tursi)
Lazio-Veneto (G. Scirea di Matera)

LAZIO – ABRUZZO 2-4
MARCATORI 4’pt Maggi (L), 13’pt Pastorini (A), 1’st Urbano (L), 11’st Marranghello (A), 14’st Sgravo (A), 15’st Mendes Goncalves (A)
LAZIO Canu, Livi, Signoriello, De Simone, Maggi, Salemi, Urbano, Gabrielli, Liburdi, Belli, Gagnoni, Salinetti ALLENATORE Caprari
ABRUZZO Mascia, Mendes Goncalves, Ferretti, Sgravo, Di Vincenzo, Pastorini, Panattoni, Napoli, Di Marcoberardino, Marranghello, Salle ALLENATORE Marianetti
ARBITRI La Sala di Moliterno, Giannella di Matera CRONOMETRISTA Iannibelli di Moliterno
NOTE Espulsa per doppia ammonizione al 6’st Maggi (L) Allontanato al 4’st Marinetti (A)
SENISE – L’Abruzzo di Marianetti conquista la finale al termine di un incontro bello e combattuto in cui le ragazze in maglia verde hanno meritato la qualificazione proponendosi maggiormente in avanti e concludendo più volte verso la porta, guidate da una ispiratissima Pastorini, alla quale può essere assegnata la palma di migliore giocatrice. Pesante, ai fini del risultato finale, l’espulsione della Maggi, che è stata mandata fuori anticipatamente per via di una doppia ammonizione, che aveva comunque sfiorato in almeno in un altro paio di occasioni, prima del 6′ della ripresa in cui le è stato sventolato in faccia il cartellino rosso. Il Lazio di Caprari parte però bene, dopo aver schivato nel giro del primo minuto il doppio colpo abruzzese sferrato da Marranghello (al volo, fuori) e dalla Pastorini (palla sul fondo), passando in vantaggio con Maggi che si fa tutto il campo palla al piede e deposita in fondo al sacco con un tocco sotto. E’ poi in pratica solo l’Abruzzo a rendersi pericoloso nel corso dei minuti successivi. All’8′ Pastorini fa la barba al palo e al 12′ Sgravo con un colpo al volo, da circa due metri dalla porta, spedisce clamorosamente fuori. Tanto lavoro porta al gol del pareggio al 13′ quando Pastorini calcia una punizione, prima ribattuta dalla barriera, poi insaccata di potenza alle spalle del portiere laziale. Le azzurre si risvegliano al 15′ con Belli che in spaccata manda fuori da buona posizione e al 16′ un tiro della stessa viene deviato sul fondo dalla Maggi, appostata a pochi centimetri dalla porta. In chiusura di primo tempo, sempre Maggi si presenta a tu per tu col portiere ma, da posizione defilata, rimedia solo un corner. Ripresa con i fuochi d’artificio. Dopo 30” arriva il 2-1 del Lazio con Urbano che mette dentro una bella punizione, Salinetti colpisce il palo tirando dalla sua porta e sul capovolgimento di fronte Marranghello centra la traversa. Il pari arriva al 11′ con una staffilata di Mendes Goncalves deviata dalla Marranghello da pochi passi, mentre il sorpasso al 14 con una bordata dalla fascia destra della Sgravo. L’Abruzzo chiude i giochi un minuto dopo con Mendes Goncalves, che spedisce la sfera sotto l’incrocio dei pali da circa 10 metri. Un Lazio sfiduciato non effettua il forcing finale utile a riaprire la gara e così, dopo 2′ di recupero, l’Abruzzo centra il passaggio del turno e si giocherà il titolo nazionale.

PUGLIA – BASILICATA 2-0
MARCATORI Volpicella (P) 12’st, Volpicella (B)13’st
PUGLIA  Balestra , Di Turi, Caputo, Colosimo, Valluzzi, Mazzuoccolo, Misurelli, Lafortezza, Volpicella, Lorusso, Bonasia, Di Giorgio ALLENATORE De Filippis
BASILICATA Corleto, Carlucci, Sciarrillo, Scarcia, Gariuolo, Azzarino, Gresia, Rasulo, Grieco, Rinaldi, Posa, Martino. ALLENATORE Cuviello (squalificato) Colangelo
ARBITRI Vocca di Battipaglia, Arcela di Ercolano, cronometrista: Pagano di Moliterno
NOTE: ammoniti: Carlucci, corner: 10-6
GINOSA- La Puglia conquista la finalissima del Torneo della Regioni dopo una bella e combattuta semifinale contro la Basilicata che tiene testa con grinta e carattere al quintetto di mister De Filippis per due terzi del match. Una doppietta nel giro di due minuti (tra il 12′ e il 13′ del secondo tempo) di Volpicella regala il pass alle pugliesi per giocarsi il titolo di campionesse nazionali. In casa Basilicata i sentimenti si mescolano: alla soddisfazione per aver raggiunto comunque un risultato storico, si aggiunge un pizzico di amarezza per aver sfiorato il sogno della qualificazione alla finalissima. Partita subito intensa e veloce con le due squadre che lasciano da parte la tensione al fischio d’inizio. La Puglia parte subito forte con un veloce ribaltamento di fronte di Di Turi che arriva al limite dell’ area e spara di punta verso la porta, la sfera sfiora il palo alla destra della porta di Corleto. Stesso copione all’8′ quando ancora Di Turi opera una percussione centrale sempre su ripartenza veloce, il suo tentativo fa la barba al palo. La Basilicata difende con ordine e quando può riparte, al 13′ è Carlucci che ci prova da ottima posizione in diagonale, Balestra non trattiene e pochissimi centimetri prima che la palla varchi la linea di porta, arriva provvidenziale il salvataggio di Bonasia che spazza. L’ultima emozione della prima frazione di gioco al 18′ quando Caputo riceve palla sulla destra e si presenta a tu per tu con Corleto che in uscita bassa riesce a deviare in angolo. Il primo tempo finisce 0-0. Nella seconda metà della gara si ripete lo stesso copione della prima frazione: al 1′ Caputo spara a rete dal vertice sinistro, il suo diagonale viene deviato ancora in angolo da Corleto. Al 7′ la Puglia fallisce una clamorosa occasione con Bonasia  (appostata sul secondo palo) che riceve palla da Di Turi, ma il suo tentativo in spaccata da due passi termina sul fondo. Col passare dei minuti, la Puglia sale d’intensità e al 12′ Volpicella dal lato sinistro va alla conclusione, la palla viene solo deviata da Corleto e s’insacca. Puglia-Basilicata 1-0. Passa solamente un giro di lancette e le ragazze di De Filippis raddoppiano ancora con Volpicella che infila per la seconda volta Corleto in diagonale. E’ 2-0. Valluzzi al 14′ va vicina alla terza marcatura con una conclusione dalla distanza che coglie il palo della porta lucana. I minuti finali vedono una Basilicata generosa ma poco lucida. Finisce 2-0 per a Puglia che adesso si giocherà la finale in programma al Palaercole di Policoro.