A25, sassi lanciati dal cavalcavia: aumentati i controlli. Si cercano i responsabili

Dopo quanto accaduto nella notte tra domenica e lunedì, sull’autostrada A25 all’altezza di Avezzano, la concessionaria Strada dei Parchi intensificherà i controlli su tutta la tratta autostradale A24 e A25 in particolare a ridosso dei cavalcavia.

 

I fatti. Nella notte tra domenica e lunedì, l’auto su cui viaggiano due noti attori, Stefano Fresi e Alessandro Benvenuti, è stata colpita da un sasso lanciato dal cavalcavia situato nei pressi del casello di Avezzano. La pietra ha sfondato il parabrezza dell’auto ed è finita sulle gambe di uno dei passeggeri, che fortunatamente non hanno riportato gravi ferite. I due attori raccontano di aver visto delle sagome scure sul cavalcavia e pochi secondi dopo il vetro è andato in frantumi. Hanno proseguito il viaggio fino alla prima area di servizio, quella di Magliano de Marsi, e contemporaneamente hanno lanciato l’allarme. Sul posto sono intervenuti il personale di Strada dei Parchi, la polizia stradale di Pratola Peligna e i carabinieri di Avezzano.

Il sasso che ha colpito l’auto aveva un diametro di 7 centimetri. Secondo i rilievi eseguiti sul posto dopo l’accaduto, sarebbero state lanciate diverse pietre, immediatamente recuperate sulla sede stradale dal personale di Strada dei Parchi.

Le indagini sono in corso per individuare i responsabili e nel frattempo Strada dei Parchi ha deciso di intensificare i controlli attraverso il suo personale di strada, che già vigila 24 ore su 24 il tratto autostradale, concentrando l’attenzione nelle vicinanze degli oltre 70 cavalcavia che attraversano A24 e A25.

Quanto accaduto purtroppo è uno dei tanti episodi che nel corso degli anni vengono registrati su strade e autostrade italiane. In media ogni anno sono circa 60 le denunce di sassi gettati sulle auto e di solito gli autori sono quasi sempre minorenni.