Giulianova, telecamere di videosorveglianza contro l’abbandono dei rifiuti

Ultimo Aggiornamento: martedì, 30 Gennaio 2018 @ 12:19

Sale ancora il numero delle persone sorprese dalle guardie ambientali a gettare i rifiuti lungo le strade o in zone di campagna a Giulianova.

 

Un verbale di 500 euro è stato comminato ad un uomo che poco prima era stato notato accostare con la sua auto e a lasciar cadere ai margini di una strada un sacchetto contenente spazzatura. Si tratta del primo verbale notificato in questo avvio di nuovo anno. Ma altri sono in arrivo a carico di almeno altre due persone riprese dalle telecamere di videosorveglianza operative sul territorio comunale di Giulianova, installate pochi mesi fa per far fronte agli atti di vandalismo e contro la microcriminalità.

Attraverso i filmati si sta cercando ora di risalire all’identità dei soggetti che non più di una settimana fa hanno scaricato a ridosso del lungofiume Tordino, all’altezza del quartiere di Colleranesco, una serie di buste nere contenenti spazzatura. Le telecamere ad alta risoluzione che si trovano nelle immediate vicinanze dell’area trasformata in pratica in una discarica a cielo aperto hanno ripreso un furgone con due persone a bordo, prima entrare con il materiale che sarebbe stato abbandonato, e poi uscire dalla zona senza nulla a bordo.

Nel 2017 sono state sette le persone identificate e multate dalle guardie ambientali. Nonostante l’opera di sensibilizzazione che da anni sta portando avanti l’amministrazione comunale di Giulianova, il fenomeno ancora non viene debellato.

Il sindaco Francesco Mastromauro è comunque fiducioso perché ritiene che l’azione degli agenti della polizia municipale, in collaborazione con le Gadit, oltre alla presenza sul territorio di più di 50 telecamere di videosorveglianza, stia già dando risultati importanti. Resta però il problema delle strade di accesso al lungofiume che sono facilmente percorribili da chi ha intenzione di disfarsi dei rifiuti.