Grave episodio di censura durante la trasmissione Virus di Raidue in diretta da Chieti

Ultimo Aggiornamento: sabato, 4 Novembre 2017 @ 14:45

Il Coordinamento 9 Dicembre e il Movimento dei “Forconi Teatini”intendono segnalare un grave episodio di censura avvenuto durante la trasmissione “Virus” in onda su RAI DUE alle ore 22.15 di venerdì sera in diretta da Chieti, Piazza Valignani.

I nostri attivisti civici erano in prima fila con lo striscione “Ribellarsi è un dovere. Politici tutti a casa” per parlare delle problematiche con la burocrazia dei commercianti e delle piccole imprese, considerando che fra di noi ci sono anche diversi liberi professionisti. Siamo arrivati molto prima dell’inizio della trasmissione televisiva proprio per stare in prima fila e poter dire la nostra, ma così non è stato.

Poco prima che iniziasse la diretta, siamo stati vittima di una grave censura che pone pesanti dubbi sulla libertà dell’informazione in questo paese: l’inviato della Rai non ci ha fatto parlare e dire la nostra e ci ha allontanato dalla prima fila, dicendo che gli interventi erano già tutti concordati. Il conduttore con aria di superiorità e arroganza ha detto davanti a decine di persone testimoni: “io faccio parlare chi “cazzo”mi pare, queste persone le ho invitate io e voi che “cazzo” volete dire?”. Quanto accaduto è un gesto molto grave che mette ulteriori dubbi sulla libertà di informazione televisiva nel nostro Paese, soprattutto da parte della televisione di Stato.

Tratto da Il Censorino Teatino