Un esercito nell’ombra: domani la giornata di sensibilizzazione delle persone scomparse VIDEO

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 11 Dicembre 2020 @ 18:08

Abruzzo. Il 12 dicembre è la giornata di sensibilizzazione nazionale al fenomeno della scomparsa. Dallo scorso anno, il giorno 12 dicembre si ricordano per volontà dell’ex Commissario del Governo, il Prefetto Giuliana Perrotta, le persone scomparse in Italia.

 

Il colore da lei scelto è il verde, colore della speranza. 61.826 il numero delle persone scomparse e di cui non si sa più nulla. In Italia, questi sono i dati al 30 giugno 2020 che ci ha comunicato nell’ultima relazione semestrale il nuovo Commissario Straordinario del Governo per le Persone Scomparse, il Prefetto Silvana Riccio. Un terribile fenomeno che non può interessare solo le famiglie coinvolte, ma coinvolgere l’intera società civile. L’agghiacciante numero delle persone di cui si sono perse totalmente le tracce nella nostra regione, sono 520. Dal 1974 al 30 giugno 2020 sono state 3866 le denunce di scomparsa di cui 3346 ritrovate e le restanti 520 da rintracciare, 157 italiani.

 

Un esercito di persone inghiottite dal buio! Questa però non è l’unica triste realtà che coinvolge l’Abruzzo, altro dato da non dimenticare è il numero dei cadaveri ritrovati e senza identità. Sono 9, quattro dei quali restituiti dal mare. Nel 2007 è stato creato un Registro Nazionale dei corpi non identificati, ciò consente, nella maggior parte dei casi l’incrocio con i dati raccolti sulle persone scomparse. Il registro è consultabile on line sul sito del Ministero dell’Interno. A supportare le famiglie che vivono il dramma della scomparsa c’è l’Associazione Penelope Abruzzo, affiliata a Penelope Italia che, con un team di professionisti e volontari, gratuitamente offre assistenza legale, psicologica, interloquisce con le Istituzioni e si attiva sul territorio nelle ricerche dello scomparso.

 

L’Associazione sostiene a livello nazionale ed internazionale iniziative di sensibilizzazione rivolte all’opinione pubblica affinché le persone scomparse non siano dimenticate; promuove a livello nazionale ed internazionale percorsi di informazione e formazione dei cittadini sulle problematiche della scomparsa delle persone e delle conseguenze giuridiche e psicologiche che coinvolgono le famiglie; si propone a livello nazionale ed internazionale come interlocutore degli organi competenti in ausilio e sostegno alle famiglie dal momento in cui si verifica la scomparsa di un proprio congiunto. A tal riguardo, quest’anno l’Associazione Penelope Abruzzo ha deciso di realizzare un video di sensibilizzazione e di contattare i Sindaci delle Province di Pescara, L’Aquila, Chieti, Teramo affinché nel giorno 12 dicembre potessero illuminare di colore verde un monumento rappresentativo della città. L’obbiettivo è non dimenticare le persone scomparse. Chi dimentica cancella, noi non dimentichiamo!