Scuola abruzzese: il 56% degl studenti in Dad si annoia e si distrae

dav

“Non dobbiamo comunque trascurare alcuni primi segnali indicativi del disagio: il 56% degli studenti in Dad si annoia, si stanca o si distrae”.

 

A sottolinearlo è il direttore Generale dell’Ufficio Scolastico regionale per l’Abruzzo, Antonella Tozza, nel corso del convegno, dal titolo “Gli adolescenti e il patto educativo globale e inter-generazionale”, alha partecipato, tra gli altri il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi. La Tozza ha presentato i primi risultati di una serie di iniziative volte a rilevare e comprendere come il distanziamento sociale e la didattica a distanza abbiano influito sulla vita scolastica degli studenti abruzzesi.

 

La rilevazione sulla percezione dei ragazzi sulla Dad ha riguardato la terza media e biennio delle superiori ed è stata elaborata dal comitato paritetico, composto dall’USR Abruzzo e dall’Ordine degli Psicologi d’Abruzzo, nell’ambito dell’attuazione delle strategie e delle attività previste anche nell’ambito di un Protocollo d’intesa. Ciò che sembra emergere ad un primo esame dei dati è che la scuola abruzzese, globalmente, sembra aver assorbito senza traumi eccessivi l’urto devastante del lockdown.

 

“Anche in questo frangente – ha commentato il direttore generale USR Abruzzo, Antonella Tozza – la scuola abruzzese si è mostrata resiliente – così come lo è stata in occasione del sisma del 2009. Sebbene risulti dalla fotografia un modo di fare scuola ancora tradizionale ed a carattere trasmissivo, si va consolidando la tendenza non sporadica né frammentata del ricorso alla didattica innovativa. Non dobbiamo comunque trascurare alcuni primi segnali indicativi del disagio: il 56% degli studenti in Dad si annoia, si stanca o si distrae”.

 

Il convegno si è concluso con la premiazione della squadra vincitrice di un Hackathon durato due giorni che aveva come tema della sfida la progettazione di una nuova modalità tesa ad integrare l’educazione non formale nel sistema scolastico. La squadra vincitrice: “The Experience group” ha presentato un progetto, sulla strutturazione di corsi di formazione incentrati sulle competenze di leadership, che sarà presentato al consiglio regionale d’Abruzzo e risulta essere in linea con la multiforme progettazione del Piano per l’Estate, promosso dal Ministero dell’Istruzione.