Masterplan, mobilità, sostegno turismo: i provvedimenti della giunta regionale

La Giunta regionale, in merito all’Accordo istituzionale con i soggetti attuatori degli interventi inerenti al Fondo Sviluppo e Coesione, ha approvato un cronoprogramma operativo che prevede la revoca della concessione in essere, la stipula di un convenzione progettuale pari al 7% del finanziamento complessivo e la stipula di una convenzione di realizzazione del valore residuo del finanziamento complessivo.

 

 

La finalità è quella di dare attuazione all’accordo firmato il 16 luglio scorso tra Regione Abruzzo e Ministero per il Sud e, conseguentemente, scongiurare il rischio di perdita di risorse finanziarie in relazione ad interventi a basso livello di progettazione, consentire il completamento di tutti gli interventi previsti nel Masterplan e ottenere subito 113 milioni di risorse premiali ed infine poter chiedere al Governo 218 milioni di euro di risorse aggiuntive.

 

La Giunta ha poi deliberato l’adesione al progetto di mobilità sostenibile denominato PESOS – Pescara sostenibile del Comune di Pescara. Si tratta di un progetto finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare (MATTM) nell’ambito del programma sperimentale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro. La finalità è quella di promuovere l’uso di modalità di trasporto alternative all’auto privata, caratterizzate da un minore impatto ambientale, energetico ed economico. Si punterà su ciclabilità, mobilità condivisa e trasporto pubblico.

Nell’ambito della legge regionale 3 giugno 2020 n. 10 relativa a “Disposizioni urgenti a favore dei settori turismo, commercio al dettaglio ed altri servizi per contrastare gli effetti della crisi economica derivante dall’emergenza da Covid-19”, la Giunta regionale ha definito gli ulteriori requisiti di accesso alla sovvenzione inerente l’erogazione di un contributo una tantum di 1000 euro a sostegno delle spese di locazione per il periodo marzo, aprile e maggio 2020, per gli studenti fuori sede, residenti in Abruzzo alla data del 31 gennaio 2020, regolarmente iscritti ad un percorso di istruzione superiore (Università pubblica o privata, riconosciuta dal MIUR, avente sede in un Comune abruzzese diverso da quello di residenza dello studente o in altra Regione d’Italia).

Nell’ambito del POR FESR Abruzzo 2014-2020, in merito all’Avviso per contributi a fondo perduto a favore dei settori turismo, commercio al dettaglio ed altri servizi per contrastare gli effetti della grave crisi economica derivante da Covid-19, la Giunta regionale, in attuazione della delibera n. 352 del 25 giugno scorso, ha stabilito che la procedura venga accelerata al fine di concedere tempestivamente i contributi alle imprese che abbiano fatto domanda e quindi sostenere le attività produttive pesantemente colpite dal Covid-19.