Controlli negli stabilimenti della costa, sigilli ad una cucina nel teramano

Ultimo Aggiornamento: sabato, 24 Luglio 2021 @ 9:55

I Carabinieri del NAS di Pescara hanno eseguito in Abruzzo diversi controlli nell’ambito della ristorazione balneare e turistica.

In Provincia di Chieti, a Vasto e Francavilla, i NAS hanno ispezionato un bar, che utilizzava locali non notificati all’Autorità Competente, il cui utilizzo è stato interdetto, e un ristorante inserito in uno stabilimento balneare dove hanno avviato alla distruzione oltre 20 kg di alimenti vari, non rintracciabili.

In Provincia di Teramo gli ispettori del NAS hanno ispezionato un’attività di ristorazione, asservita a uno stabilimento balneare, i cui locali versavano in pessime condizioni igienico sanitarie.

È stata disposta, di concerto con la ASL, l’immediata sospensione di tutte le attività di preparazione e somministrazione di alimenti, sino al ripristino delle condizioni igienico sanitarie.

Inoltre, circa 100 kg di alimenti vari, prevalentemente prodotti ittici, sono stati avviati alla distruzione per carenza delle informazioni sulla rintracciabilità.