Ryanair resta in Abruzzo

Pescara. “Il lavoro fatto in cento giorni ha portato risultati, non solo per l’Abruzzo ma anche per le altre regioni. Ryanair ha riconosciuto il nostro lavoro: la connettività aerea è confermata”. Così il governatore Luciano D’Alfonso annuncia che la compagnia aerea resterà in Abruzzo, al termine dell’incontro a Roma con il ministro Delrio, l’ad della compagnia irlandese, Michael O’Leary, il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, e il governatore della Sardegna, Francesco Pigliaru.

La decisione della compagnia irlandese arriva dopo lo stop, con un emendamento del Governo al decreto Enti locali, all’aumento della tassa di imbarco.

“Una parte della copertura finanziaria – dice D’Alfonso – arriverà dalla Regione, e domani in Giunta promuoveremo un bando per la collocazione turistica dell’Abruzzo. Puntiamo a superare le 700mila presenze annuali e, in futuro, anche il milione”.

“Ringrazio da cittadino, da amministratore e da amico – aggiunge – il ministro Graziano Delrio, ringrazio anche i Presidenti Pigliaru e Bonaccini: quando le Regioni si muovono in sinergia, i risultati sono evidenti. Grazie anche al management della Saga, che è stato incoraggiato dalla stessa compagnia aerea”.

“Da ora la partita prosegue in Europa, per costruire e superare tutti gli ostacoli”, conclude D’Alfonso.