-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Garante detenuti Abruzzo, AGL contro M5S: ‘Garantisti solo quando condannati’

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 3 Novembre 2017 @ 13:30

Pescara. “Due pesi e due misure: gli stessi consiglieri ‘grillini’ che non hanno voluto la Bernardini Garante dei detenuti abruzzesi a causa delle condanne per disobbedienza civile, si scoprono garantisti quando a essere condannato è uno di loro”. Lo dichiara Vincenzo Di Nanna, segretario di Amnistia, Giustizia e Libertà Abruzzi.

“Stando a quanto da giorni sottolineano quotidiani, il consigliere Mercante, portavoce del Movimento che si è mostrato così compatto nel non votare la candidata radicale in nome del giustizialismo, ha ricevuto una condanna civile di primo grado per via di operazioni finanziarie nulle.

Unendoci volentieri al ferreo garantismo dimostrato dal Movimento nei confronti del consigliere condannato, non capiamo però come mai questo valga per Mercante e non per Rita Bernardini”, commenta Di Nanna.

“Ci auguriamo perciò che la svolta garantista del Movimento conduca a una convergenza sulla candidatura di Rita Bernardini a Garante dei detenuti, e che al sostegno del presidente D’Alfonso si unisca anche quello del centrodestra.

Al di là di polemiche strumentali e marginali, è un fatto che in questo momento l’esperienza unica che la Bernardini sta offrendo alle istituzioni abruzzesi non è solamente una priorità per i Radicali, ma anche un’occasione straordinaria per tutto l’Abruzzo”, conclude il segretario di AGL Abruzzi.

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate