Teramo, tutti gli aspetti positivi del bilancio discusso ieri secondo l’amministrazione

“Gli atti di bilancio discussi ed approvati ieri dal Consiglio Comunale costituiscono un risultato straordinariamente positivo, raggiunto dall’amministrazione perché ottenuto in un anno particolare anche per quanto attiene proprio la gestione dei bilanci degli enti locali. Un anno caratterizzato da incertezza e indeterminatezza delle entrate e delle coperture finanziarie da parte dello Stato”. A dirlo l’amministrazione comunale di Teramo in una nota.

“Accantonare risorse è una scelta corretta, perciò, che l’amministrazione ha adottato senza precludere la destinazione di fondi ad interventi strutturali che riguardano la gestione in termini di proiezione e di sviluppo.  Ecco perché la variazione ha consentito di giungere ad un assestamento di bilancio che guarda già ai bilanci dei prossimi anni, in una visione di prospettiva non conchiusa in una mera gestione ragionieristica. Nessuno conosce il regime di vita economica e sociale del futuro prossimo, e accantonare risorse significa guardare al domani anche in questa chiave. Così il rafforzamento del fondo di riserva, passato da 150.000 a 380.000 €, è un titolo di merito, perché consente di farsi trovare pronti, in un anno emergenziale, per adottare qualsiasi azione in caso di urgenze improvvise e ineludibili; da qui anche l’obiettivo di rafforzare il fondo crediti di dubbia esigibilità di circa 295.000 €, con un ulteriore accantonamento che consenta prudenzialmente di irrobustire i fondi per non farsi trovare impreparati quando sarà approvato il bilancio 2021.  L’assestamento ha poi avuto come obiettivi interventi ineludibili per opere attese da tempo e non più rinviabili quali l’adeguamento del campo di calcio di San Nicolò; la delocalizzazione della centrale dell’Enel della Cona, operazione come noto di particolare complessità, per circa 141 mila euro; l’intervento che definisce ulteriormente il recupero del Castello Della Monica, con 30.000 € destinati all’abbattimento delle barriere architettoniche e al recupero delle vetrate pittoriche interne; 385.000 € per progetti dei poli per l’infanzia all’interno del contratto di quartiere della Cona. Oltre ciò, sono state incluse le risorse per le manutenzioni: 100.000 € per gli edifici scolastici, 150.000 per il patrimonio comunale; più di 229.000 € per la pavimentazione stradale. Destinati quindi 40.000 € per l’acquisizione di aree per la realizzazione di attrezzature e servizi pubblici. Infine, 150.000 € sono stati destinati alle imprese per l’abbattimento del peso fiscale, che si aggiungono al 1.183.000 € già utilizzato per l’abbattimento della Tari”.

Il Sindaco Gianguido D’Alberto ringrazia l’assessore al Bilancio Stefania Di Padova che ha profuso impegno e condiviso gli obiettivi con una attività assidua e costante; la maggioranza di  centrosinistra che ha saputo cogliere e valorizzare, non solo con il voto, le ragioni dell’assestamento; gli uffici comunali, in primis la dirigente Adele Ferretti, competenti collaboratori di un progetto vitale per l’amministrazione e per il prosieguo dell’attività. 

foto di repertorio