Giulianova, Il Cittadino Governante critica il bilancio: ‘nuovo incremento delle tasse’

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 2 Gennaio 2020 @ 13:56

Giulianova. “È stato approvato il Bilancio di previsione 2020 da parte della maggioranza di centro-destra. Purtroppo nulla di nuovo sotto il sole a Giulianova per quanto riguarda la tassazione locale: era alta ai tempi della Giunta Mastromauro, è cresciuta nell’anno della gestione commissariale, è stata confermata alta, addirittura con un lieve incremento, dalla Giunta Costantini e dalla sua maggioranza”.

Lo ha dichiarato l’associazione di cultura politica giuliese, Il Cittadino Governante, che ha proposto alcuni esempi presenti nel docuumento economico: “Le entrate tributarie (IMU, TARI, Addizionale IRPEF, COSAP, Imposta di Soggiorno etc.) nel 2018 ultimo anno di attività della Giunta Mastromauro sono state di 15.267.000 euro, costituendo una tassazione molto alta, in conseguenza dell’aumento che progressivamente si era avuto nelle annualità precedenti. Le entrate tributarie nel 2019 sono state previste in 16.361.000 dal Commissario con un incremento di 1 milione e 94 mila euro. Le entrate tributarie nel Bilancio di previsione 2020 approvato dall’amministrazione Costantini sono 16.713.000 euro con un incremento sulla gestione commissariale di 352.000 euro e con un incremento sull’ultimo anno della gestione Mastromauro di 1.798.000!”.

“L’IMU – aggiunge l’associazione – confermata al massimo con l’aliquota al 10,6‰ per le attività economiche e la seconda casa con un gettito di 7.400.000 euro. La TARI confermata molto alta: nel 2018 (Giunta Mastromauro) il gettito complessivo fu di 5.410.000 euro, nel 2019 (Commissario) e nel 2020 (Giunta Costantini) sono stati previsti gettiti di 5.523.000 con, addirittura, un incremento di 113.000 euro nonostante la raccolta differenziata superi il 70% da anni. Questa posta è stata prevista anche per il 2021 e per il 2022 nel bilancio pluriennale. L’Addizionale IRPEF comunale che fu aumentata di molto, alcuni anni or sono, passando da 255.000 a 1.700.000 euro, addirittura è stata portata al massimo dal Commissario arrivando ad un gettito di 1.900.000, ed è rimasta al massimo con Costantini: 1.900.000 euro. Il COSAP (Canone occupazione suolo pubblico) subì pesanti aumenti che portarono a più che raddoppiare il gettito negli anni passati, è stato confermato tal quale. L’Imposta comunale sulla pubblicità e i Diritti sulle pubbliche affissioni sono state incrementate del 50% dal Commissario e confermate tali da Costantini”.

Il Cittadino Governante svela anche sono previsti aumenti per le Sanzioni amministrative per violazione codice della strada, multe, (da 375mila a 502); e confermati gli aumenti del Commissario per il trasporto scolastico e i buoni pasto per le mense. “In totale quindi una famiglia per un bambino alla scuola materna tra buoni pasto e trasporto spenderà, per un anno scolastico, rispetto a prima 121,5 euro in più (con ISEEE tra 10.600 e 20.000 euro), 269,5 euro in più (con ISEE superiore ai 20.000 euro) e soli 6,5 euro in meno (con per ISEE inferiore a 10.600 euro)”.

Per l’associazione giuliese quindi “c’è una perfetta continuità con l’alta tassazione della precedente amministrazione, anzi per ora c’è un lieve inasprimento. Per chi aveva promesso di ridurre la tassazione locale non è un buon inizio. In una situazione finanziaria favorevole per il Comune, è stato lasciato dalla precedente amministrazione un avanzo di 1.433.000 euro utilizzabili per gli investimenti ed altro ancora, si poteva fare senz’altro meglio alleviando il carico fiscale alle famiglie e alle attività economiche, ed è quello che avremmo fatto noi”.

“Sarebbe bastato cominciare a ridurre, riqualificandola, la Spesa corrente che invece nelle previsioni del Bilancio del 2020 galoppa pericolosamente attestandosi sui 24.416.000 euro (nel 2017 fu di 20.284.000 euro, nel 2018 fu di 19.008.000 euro)”, conclude Il Cittadino Governante.