Da Teramo si continua a chiedere alla Regione screening periodici anti-Covid per le scuole

Il gruppo consiliare di Bella Teramo torna a parlare delle scuole e del Covid.

“Riteniamo che sia necessario, in attesa della vaccinazione di massa, mettere in campo azioni di prevenzione che possano in qualche modo anticipare e mitigare le conseguenze della diffusione del contagio nell’ambito scolastico. Ci rivolgiamo quindi, in particolare, all’assessore regionale alla Sanità Nicoletta Verì, oltre che a tutta la giunta del presidente Marsilio e al Consiglio Regionale, affinché si metta in campo un programma di screening periodico, destinato su base volontaria al corpo docente e al personale della scuola della nostra Regione, basato sui tradizionali tamponi molecolari, almeno ogni 15 giorni – come avviene ad esempio per i lavoratori di altri servizi essenziali –, da affiancare alle lodevoli iniziative messe in opera da alcune amministrazioni comunali, come quella teramana, destinate agli studenti, docenti e personale scolastico condotte attraverso l’utilizzo dei test sierologici rapidi”.

E ancora: “Quello che noi auspichiamo è un programma di screening attivo, organizzato su base regionale con il coinvolgimento diretto delle 4 ASL del territorio abruzzese, che consenta di controllare puntualmente lo stato di salute del personale della scuola, per contenere la diffusione di eventuali contagi all’interno dell’intero comparto, garantendo una maggiore attenzione ai lavoratori e ai ragazzi, che consenta di rendere davvero le scuole “sicure”, oltre le semplici dichiarazioni di facciata”.