Teramo, patto educativo territoriale all’Ic Falcone e Borsellino

Teramo. Integri..AMO…ci a Scuola e Ri-Connessioni professionali e personali: da questi due presupposti sta prendendo forma, all’Istituto Comprensivo Falcone e Borsellino Teramo5, una preziosa rete di patto educativo territoriale che vede protagonisti studenti e docenti, attraverso il significativo ponte Fondazione Tercas – Scuola – Cooperativa Sociale 3M.

L’intento unico è quello di “allargare le aule, aumentare gli ambienti educativi, abbattere le pareti per raggiungere con un click alunni o docenti in isolamento e l’obiettivo degli Esperti Psicologi messi a disposizione dalla 3M di supportare i docenti in uno dei momenti più complessi di una professione chiamata a modificare in maniera sostanziale i propri principi fondanti da un giorno all’altro”.

“L’intervento a favore degli insegnanti avviene attraverso un modulo formativo on line di Teacher Training a supporto specifico del dipartimento per gli incarichi di sostegno in questo delicato periodo pandemico e uno sportello di ascolto a sostegno di tutto il collegio docenti attraverso i quali individuare tematiche di rilevanza nell’agire professionale al fine di potenziare le risorse analitiche e strumentali in termini di comprensione di dinamiche relazionali con gli studenti e tra i colleghi nel tempo storico attuale che stiamo vivendo”.

L’arricchimento dell’offerta formativa ed esperienziale “dedicato alle Nuove Generazioni con l’istallazione di due touch screens con relativi pc portatili con videocamera, connessione ad internet in un sistema integrato android di ultima generazione, nelle Primarie di Val Vomano e di Teramo Cona, a presidio di una Scuola in prima linea nel voler fermamente porsi al passo delle esigenze dei propri alunni. Ecco strutturarsi, dunque, una preziosa alleanza territoriale che sigilla impegno ed intenti finalizzati al supporto dei futuri cittadini del nostro tessuto cittadino e dei loro insegnanti, affinchè tutti, per il proprio ruolo, possano essere costruttori di ponti e di crescita”.

“I touch-screens favoriscono percorsi e laboratori multimediali a supporto di una didattica dinamica, fluida, motivante finalizzata a  stimolare il pensiero critico e flessibile, il pensiero computazionale e la curiosità dei bambini  per il Mondo e per ciò che in ogni istante vive e accade in ogni angolo del Pianeta. Tutto diventa conoscibile ed avvicinabile …semplicemente voltando lo sguardo verso la nuova parete d aula!”, afferma la Preside M. Letizia Fatigati, ringraziando il dott. Danilo Visciotti, Presidente della Cooperativa Sociale 3M e la Fondazione Tercas per l’opportunità rivolta al territorio.