-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Corropoli, “Memoria. Nessun ricordo senza conoscenza”: il libro dell’istituto comprensivo

Ultimo Aggiornamento: martedì, 9 Ottobre 2018 @ 11:04

Corropoli. Giovedì 11 ottobre 2018, alle ore 10, nella Sala Cine Teatro di Corropoli, è in programma un appuntamento importante per l’istituto comprensivo “Corropoli-Colonnella-Controguerra”, guidato dalla dirigente scolastica Manuela Divisi.

 

L’evento, nato in collaborazione con la XXIII edizione del Premio Nazionale “Paolo Borsellino”, vedrà gli alunni della classe IIIE della scuola Secondaria di I grado di Corropoli presentare il libro da loro scritto nell’anno scolastico 2017/2018: “Memoria. Nessun ricordo senza conoscenza”.

Oltre alla dirigente scolastica e ai giovani autori, l’incontro vedrà la presenza della prof.ssa Alessandra Angelucci, curatrice del libro e referente Area Legalità, e di tre volti noti del panorama culturale e giornalistico, pronti a riflettere insieme ai ragazzi quali protagonisti intervistati all’interno del volume: Don Aniello Manganiello, che da tantissimi anni incarna la tenacia di chi lotta contro la criminalità organizzata a Scampia e in Italia; Evelina Frisa, giornalista del quotidiano Il Centro, e Azzurra Marcozzi, giornalista dell’emittente Radio G Giulianova.

“Il libro – afferma Alessandra Angelucci – prende avvio da una lunga riflessione che gli alunni della classe IIIE hanno approfondito durante l’anno scolastico passato, attraverso lo studio delle fonti scritte, la lettura dei quotidiani e la rielaborazione dei dati in forma giornalistica. In modo particolare, al centro dello studio si sono posti gli eventi storici della Shoah, ogni anno ricordati nella Giornata Internazionale della Memoria del 27 gennaio, e soprattutto gli avvenimenti che nel corso dell’anno 2016-2017 hanno colpito il nostro Abruzzo: il sisma, le calamità naturali, l’elaborazione del lutto. In senso più ampio, l’attività didattica svolta in aula si è dedicata alla comprensione della memoria storica collettiva e di quanto sia importante, dunque, per costruire “la storia”, la conoscenza degli eventi. Il conoscere, infatti, precede necessariamente il ricordare”.

“Memoria. Nessun ricordo senza conoscenza”, dunque, per rispondere ad alcuni interrogativi rilevanti nell’agire dell’uomo: Che cosa significa ricordare? Quale funzione attribuire alla Memoria? Chi siamo oggi? Gli alunni dell’Istituto vibratiano, insieme agli ospiti, proveranno a rispondere.

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate