Tortoreto, no all’isola pedonale sul lungomare. Un esercente: siamo penalizzati

Tortoreto. Una richiesta di incontro con l’amministrazione comunale per chiedere l’istituzione dell’isola pedonale serale anche sul lungomare Sirena.

 

Nel tratto centrale delle riviera, così come si era profilato nelle scorse settimane, alla luce dei protocolli di contenimento del Covid per le attività di somministrazione di bevande e alimenti. Massimiliano Di Gennaro, uno degli esercenti delle riviera, con una nota è tornato a chiedere al sindaco di prevedere l’istituzione dell’isola pedonale.

Percorso che l’esecutivo aveva accarezzato nei mesi scorsi, ma anche alla luce del turno di servizio della polizia locale (stop della presenza in strada dalle ore 22), ha riposto in un cassetto.

Ma questa scelta non piace. “Il tema dell’istituzione dell’isola pedonale sul lungomare Sirena”, scrive,” e l’assegnazione di ulteriori spazi per l’occupazione di suolo pubblico per le attività, è stata oggetto di nostre richieste, ma rimaste ad ora lettera morta”.

Richiesta motivata dalla possibilità di compensare le misure di distanziamento imposte alle attività per il covid, con maggiori spazi all’aperto. Questo aspetto, nella richiesta di incontro con il sindaco, prende forma anche dal fatto che l’isola pedonale nei giorni scorsi è stata istituita nel lato ovest di via Carducci.

Una situazione che viene vista come una forma discriminate per coloro che hanno le attività sul lungomare. Per questo motivo si chiede un “incontro”, si legge ancora, ” per trovare una soluzione non discriminatoria a tutela delle nostre attività”.