Tortoreto, asfalto in una strada di campagna. Di Matteo: le priorità sono altre

Tortoreto. Una strada di campagna, senza abitazioni e con traffico quasi nullo, viene asfaltata prima di altri percorsi cittadini.

 

Che presentano ben altre criticità ed esigenze. L’accostamento è quasi automatico nel mettere a confronto alcune strategie operative dell’amministrazione comunale di Tortoreto. Un confronto che fa Domenico Di Matteo, capogruppo di Obiettivo Tortoreto che fa degli inevitabili raffronti e si fa portavoce dei quesiti che sono anche di diversi cittadini. Da una parte c’è il manto di asfalto in via Valle Santa Maria, nella zona collinare. Dall’altra ci sono arterie in attesa di interventi: da via Sanzio, Archimede nord, e poi via Bixo e via Nemi.

 

“Non discuto sul fatto che sia stato pianificato un intervento in una strada di campagna”, evidenzia Di Matteo, “ ma credo che sia sotto gli occhi di tutti che nel rifacimento degli asfalti debba esserci una scaletta di priorità. E l’intervento effettuato, in una strada soprattutto usata da agricoltori e dove trova ospitalità solo un deposito di attrezzature di un’impresa, non è certo una priorità. Quando poi non è stata previsto un sistema di raccolta delle acque piovane. Sarebbe bastato, in questa fase, dare una sistemazione provvisoria e poi intervenire successivamente, cosa peraltro non prevista in altre strade collinari che a suo tempo ho segnalato”.

E qui si innesta un inevitabile confronto. “Da via Sanzio, a via Archimede, Bixio e Nemi, in zone residenziali”, prosegue Di Matteo, “ ci sono diverse zone sulle quali intervenire e le diverse migliaia di euro spese dell’Ente, in questa fase, potevano essere dirottate altrove. Parliamo di strade piene di buche che sono in attesa di interventi”.

 

 

 

SOSTIENI CITYRUMORS
Svolgiamo il nostro lavoro con continuità e professionalità, tutti i giorni con notizie puntuali e gratuite.
Questo lavoro ha un costo, per questo abbiamo bisogno di te e del tuo aiuto.
Diventa un sostenitore attivo di cityrymors, anche con un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro.
CLICCA QUI e diventa un sostenitore di cityrumors
Grazie! La Redazione.