Torano Nuovo, chiesa Madonna delle Grazie: arrivano i fondi per la messa in sicurezza e riapertura

Torano Nuovo. Oltre 380mila euro per la messa in sicurezza della chiesa della Madonna delle Grazie a Torano Nuovo. Un contributo utile per riaprire al pubblico il luogo di culto, attualmente inagibile per effetto delle scosse di terremoto a cavallo tra il 2016 e il 2017.

 

A darne notizia è il consigliere regionale Dino Pepe, che ha seguito l’iter procedurale previsto dall’ufficio speciale per la ricostruzione.

“Con il decreto sottoscritto dal Direttore dell’USR Vincenzo Rivera”, sottolinea Dino Pepe,  “possiamo dire che si chiude un ciclo e si apre una seconda fase, di competenza della Diocesi di Teramo-Atri, che consiste nella gara e aggiudicazione dell’appalto, e, quindi, nell’avvio dei lavori.

 

Aspettavamo con ansia questa bellissima notizia e siamo stati ottimisti fin dall’inizio, in ragione del lavoro profuso – unitamente ai vari attori coinvolti (oltre all’USR, anche la Soprintendenza, il genio civile, il Progettista, l’ufficio tecnico del Comune di Torano Nuovo) – e all’impegno quotidiano e costante”.

Soddisfazione traspare anche dalle parole del Sindaco di Torano Nuovo, Anna Ciammariconi, la quale sottolinea come quello della messa in sicurezza e della riapertura della Chiesa Madonna delle Grazie fosse uno dei principali obiettivi del programma della propria lista durante la campagna elettorale per le amministrative dello scorso maggio. “Ricevere questa notizia a meno di 100 giorni dall’insediamento non può che renderci felici; si tratta di un passaggio importante che consentirà presto alla comunità toranese di poter vivere nuovamente le funzioni religiose nella Chiesa principale.

 

Un ringraziamento non può che andare a quanti si sono prodigati per raggiungere questo primo ma fondamentale obiettivo, e, in special modo, al Consigliere Pepe per essersi costantemente rapportato con gli uffici regionali al fine di dare una concreta risposta alla “sua” Torano Nuovo”, Comune che ha amministrato in qualità di Sindaco per dieci anni.