Teramo Ambiente, Fiadel soddisfatta dell’acquisizione del Comune, “Ma ora nuovi investimenti”

La Segreteria provinciale FIADEL di Teramo, Federazione Italiana Dipendenti Enti Locali – Organizzazione Sindacale Autonoma nel campo delle imprese e delle società esercenti i servizi ambientali, esprime la propria soddisfazione per l’acquisizione, da parte del Comune di Teramo, delle quote del privato all’interno della Teramo Ambiente.

“Ora che la società è interamente gestita dal pubblico i lavoratori, come i cittadini, si aspettano un deciso cambio di passo: investimenti,regolarizzazione dei servizi e maggiore efficienza – dice il segretario Massimo Di Carlo – Infatti, da quando dieci anni fa a Teramo partì il cosiddetto servizio di raccolta porta a porta spinto, la Te.Am. Spa non ha fatto quegli investimenti sui mezzi, sulle attrezzature e sul personale impiegato sul territorio che avrebbe dovuto realizzare. Solo per fare un esempio, già dieci anni fa, la società comprò dei mezzi non conformi alla tipologia di raccolta porta a porta, che si era deciso di svolgere, questi infatti erano sprovvisti di alcuni requisiti per la salvaguardia dei lavoratori (i mezzi non erano idonei alla raccolta dei mastelli per singola unità famigliare) e questo ha causato, negli anni, diversi problemi di salute tra i lavoratori. Discorso simile per le attrezzature messe a disposizione del personale impiegato nel servizio, spesso portate al limite e oramai logore”.

E ancora: “Certo, siamo perfettamente consapevoli della particolare situazione societaria vissuta dalla Teramo Ambiente degli ultimi anni, causata dai problemi avuti dal privato, ma ora che l’intero pacchetto è tornato nelle mani del Comune di Teramo auspichiamo che ci sia un deciso cambio di rotta, nuovi e importanti investimenti, una maggiore attenzione alla qualità del servizio, alle problematiche dell’azienda e dei lavoratori, ma soprattutto un clima di fattiva collaborazione tra le parti. Per questo accogliamo con favore le parole del Sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto, e della sua Amministrazione che hanno parlato di un cambio di rotta nella Teramo Ambiente, resteremo comunque vigili per controllare che dalle parole si passi effettivamente ai fatti”.