Silvi, raccolta differenziata: raggiunta la soglia del 75%

Silvi. La raccolta differenziata a Silvi ha raggiunto la soglia del 75%. Non solo: i dati dicono con chiarezza che negli ultimi mesi sono stati raggiunti standard qualitativi elevati sia per le utenze domestiche, sia per le attività commerciali. Alcune criticità permanevano nei grandi e medi condomìni, dove si registravano situazioni di scarsa igiene e di disordine, se non di vere e proprie mini discariche abusive.

“Nel servizio di raccolta differenziata dei rifiuti – ha comunicato il sindaco Andrea Scordella – abbiamo fatto un deciso passo in avanti rispetto al passato grazie all’ottimo lavoro di squadra promosso dall’assessore all’Ambiente Alessandro Valleriani e dal suo staff tecnico amministrativo, in sinergia con la ditta appaltatrice del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani, del vigile ecologico e, nel caso specifico, di alcuni amministratori di condomìni che stanno collaborando fattivamente con l’amministrazione comunale”.

“Con gli amministratori dei condomìni – ha detto l’assessore Valleriani – abbiamo intrapreso un’efficace collaborazione che sta producendo già buoni frutti. Uno di questi è senz’altro la realizzazione di micro isole ecologiche che consentono la riduzione dell’abbandono abusivo dei rifiuti, una più attenta selezione dei rifiuti, assicurando, nel contempo, un maggiore decoro alla città. L’amministrazione comunale ritiene che la strada intrapresa sia davvero quella giusta. In tal senso intende continuare il confronto e la collaborazione con gli amministratori di tutti i condomìni e con quanti sono disponibili a migliorare questo servizio pubblico che, insieme agli altri, contribuisce a formare la buona immagine della città. Per i prossimi mesi – ha aggiunto l’assessore Valleriani – abbiamo programmato l’installazione di cestini multiscomparto sul lungomare e nel centro storico di Silvi Paese, per rendere più agevole la raccolta differenziata. Stiamo anche valutando ulteriori investimenti per attivare nuovi servizi a supporto delle utenze domestiche, delle gestioni condominiali, e delle attività commerciali e turistiche”.