-- HEADER MASTHEAD DESK 2 --
-- HEADER MASTHEAD MOB 1 --

Silvi, il Circolo Amici del tennis “Sergio Mazzone” riporta in vita i campi da gioco

- SIDEBAR 1 -
Ultimo Aggiornamento: lunedì, 6 Settembre 2021 @ 15:48

Silvi. Il Circolo Amici del tennis “Sergio Mazzone” di Silvi ieri sera nei locali annessi ai campi di Piazza Marconi, ha riunito i soci e le autorità comunali per fare il punto sulle attività svolte nei sette mesi di concessione dell’impianto di proprietà del Comune di Silvi.

Il presidente Nicola Sciarretta e i suoi più stretti collaboratori, Lorenzo Ruggeri e Piero Giusti, hanno rappresentato il quadro della situazione annunciando la imminente diretta collaborazione con il Circolo Magister, ex Maracanà, di Montesilvano. “Quando ci fu assegnato il compito di gestire la prima volta i campi – ha detto il presidente Sciarretta – ci trovammo davanti una struttura quasi fatiscente, con campi ridotti male e senza manutenzione, nemmeno l’ombra dello storico e glorioso Circolo Tennis Silvi che dalla fine degli anni ’60 e fino agli anni ’90 ne fece un fiore all’occhiello per la nostra città, grazie all’Azienda di Soggiorno e Turismo che li aveva realizzati e li manteneva con grande attenzione insieme al Circolo Tennis dei presidenti Gianni e Pietro Barabaschi e Aldo Biello che questa sera ci ha onorato della sua presenza. In seguito – ha aggiunto il presidente Sciarretta – l’impianto e la sua gestione hanno subito un degrado che avevano ridotto questa iniziativa altamente sociale e sportiva in un business che ha determinato l’allontanamento dei vecchi soci fondatori”.

“Con tanto amore – ha detto Lorenzo Ruggeri – abbiamo riportato in vita la struttura sportiva impegnando anche risorse finanziarie personali, grazie anche all’impegno e alla professionalità del custode Ernesto Marinelli che ha garantito una perfetta manutenzione dei due campi. Negli ultimi mesi abbiamo assicurato a residenti e turisti un servizio puntuale e la fruibilità di una struttura all’altezza della sua fama, riattivando con successo i corsi per bambini, ragazzi e adulti effettuati da maestri federali”.

“Adesso – ha aggiunto Piero Giusti – guardiamo al futuro, anche se con una certa apprensione. Le leggi e la burocrazia non facilitano, purtroppo, gli enti locali nel loro impegno volto ad assicurare ai cittadini strutture e servizi efficienti. E questo accade anche nel nostro caso. Quando a fine ottobre i sette mesi di concessione scadranno il Comune dovrà procedere alla nuova concessione mediante gara ad evidenza pubblica, alla quale contiamo di partecipare anche noi, ma per l’assegnazione, purtroppo, alla fine conteranno più le parole che i fatti reali, come accade spesso per gli appalti pubblici. Ci auguriamo – ha concluso Piero Giusti – che questo in questa circostanza non accada”.

“Rivedere in piena attività questa struttura – ha detto il sindaco Andrea Scordella – mi ha riempito di gioia. Ho sentito parlare delle gestioni di questa struttura che tutti ci invidiavano non solo in Abruzzo, dei tornei regionali e nazionali, delle scuole tennis per ragazzi e, persino, delle serate mondane che negli anni ’70 e ’80 qui riunivano personalità del mondo dello sport, dell’economia locale e dello spettacolo. Vedere, successivamente, i campi in abbandono e non curati mi hanno letteralmente sconvolto. Con i colleghi della maggioranza ci siamo imposti, al termine della concessione temporanea per sette mesi al Circolo Amici del Tennis Sergio Mazzone che ha riportato su livelli standard i campi, di ridare nuova linfa a questa importante iniziativa non solo sportiva ma anche sociale offrendole l’occasione per tentare di tornare a risplendere come a quegli straordinari anni quando nella nostra città c’erano aziende locali importanti che assicuravano diverse migliaia di posti di lavoro e in estate si sfioravano il milione e mezzo di presenze. In questi due mesi estivi – ha confessato il sindaco Scordella – vedere ogni mattina dal mio ufficio sui due campi da tennis uno stuolo di bambini e ragazzi che frequentavano i corsi è stata una bella cosa, un segno di nuova vita che, mi auguro, preluda ad un futuro roseo per questo nostro impianto sportivo e per quanti vorranno usufruirne”.

Il presidente Sciarretta, nel corso dell’aperitivo offerto ai convenuti, ha consegnato al presidente della Protezione Civile comunale, Matteo Coviello e al rappresentante della Parrocchia S. M. Assunta un assegno, quale contributo del Circolo Amici del Tennis Sergio Mazzone, per sostenere le loro attività sociali e assistenziali. Alla serata sono stati presenti anche il presidente del Consiglio Comunale, Antonio Gambacorta e i consiglieri comunali Giovanni Rocchio, Vito Partipilo e Massimo Blasiotti.

-- ALTRE NEWS --
-- ALTRE NEWS 1 --
- SIDEBAR 2 -

Latest articles

- SIDEBAR 3 -

Notizie Correlate

-- AD 1 --