Silvi, al via il progetto ‘spiaggia accogliente’

Silvi. Il Comune di Silvi con avviso del 9 luglio ha previsto la possibilità per chi è soggetto interessato alla Legge104/1992, che riguarda i lavoratori invalidi e i familiari che assistono una persona disabile, di usufruire gratuitamente di un ombrellone con accessori in uno stabilimento balneare tra quelli aderenti al progetto “spiaggia accogliente”.

L’iniziativa promossa dalla consigliera provinciale per le pari opportunità, Beta Costantini, che nel Comune di Silvi ha l’incarico per la disabilità e inclusione sociale, è stata condivisa da tutta l’amministrazione.

“Sono particolarmente soddisfatta – ha detto l’avv. Beta Costantini – perchè questa proposta è stata concordata con i rappresentanti dei balneatori , che hanno dimostrato anche in questa circostanza la loro sensibilità verso i problemi sociali e, più in generale, per la loro preziosa opera tesa a qualificare l’offerta turistica di Silvi. Ad essi va la riconoscenza mia e di tutta l’amministrazione comunale per aver accettato di appoggiare il mio progetto che prevede la realizzazione di una spiaggia davvero accogliente, intesa come libertà di movimento e di opportunità per migliorare la salute. In questo senso – ha aggiunto la consigliera Costantini – ritengo che si debba garantire l’utilizzo della spiaggia a tutti, in particolare a chi ha problemi fisici o che, comunque, si trova a gestire situazioni di disagio, come possono essere i casi di anziani con difficoltà di deambulazione o le mamme con passeggini. Sono certa – ha concluso Beta Costantini – che saranno tanti gli operatori di Silvi che aderiranno a questo importante progetto sociale e auspico che possa trovare in tutta la costa teramana consenso e adesione”.

I rappresentanti delle sigle regionali dei balneatori, Carlo Costantini della Fab Cna, Antonio La Torre della Fiba Confesercenti Riccardo Padovano della Confcommercio hanno dichiarato la loro adesione all’iniziativa ritenendola di grande importanza sociale, nonostante si sia in un momento difficile per tutte le imprese a causa del covid-19.

In tal senso i tre rappresentanti sindacali hanno inviato una nota ai propri iscritti per sensibilizzarli sul tema e per verificare se ci sono realmente le condizioni per attuare il piano proposto dalla consigliera Beta Costantini.