Roseto, assistente positivo al Covid: ecco come cambia il trasporto scolastico

Roseto. A seguito della positività riscontrata su un operatore scuolabus, la Asl di Teramo sta disponendo la quarantena cautelare, in attesa di tampone, di vari altri operatori del servizio.

Pertanto già nella mattinata di domani, saranno sospese alcune tratte del territorio di Roseto dello scuolabus.

Salvo diverse indicazioni, le tratte interessate resteranno sospese per tutta questa settimana. I genitori dei minori interessati saranno contattati dal servizio scolastico del Comune; sono comunque invitati ad accertarsi per prudenza nella mattinata di domani 14 gennaio della effettuazione regolare del servizio nelle loro zone.

Resteranno attive le tratte al servizio dei minori i cui genitori non saranno contattati dagli uffici comunali

“Al momento non è stata riscontrata alcuna variante inglese tra le positività accertate nei cittadini di Roseto”. È il commento del sindaco Sabatino Di Girolamo, confortata dalle conferme ufficiali dell’Izs Caporale di Teramo, istituto di ricerca e con eccellenze in Epidemiologia schierato in prima linea nella processazione dei tamponi.

“Ho parlato con i vertici dell’istituto zooprofilattico – precisa il sindaco – i quali mi hanno assicurato che, dal momento in cui viene riscontrata una positività, occorre almeno una settimana affinché si accerti che si tratti della cosiddetta variante inglese. Al momento l’istituto esclude anche che si tratti di un caso sospetto. Dunque non è il caso dell’assistente al trasporto scolastico di Roseto (a cui è stata refertata la positività ieri), ma non è nemmeno il caso di altri nostri concittadini poiché dall’istituto ci confermano che finora, alla Asl di Teramo, non è stata comunicata la presenza di alcuna variante inglese nel bacino di riferimento. Almeno fino a questo momento”.

“Teniamo conto comunque – precisa il sindaco – che una eventuale presenza della variante inglese del Covid non porta mutamenti nelle cautele, nella cure, nei diversi sintomi o una maggiore gravità della malattia visto che la variante si caratterizza solo per una maggiore contagiosità.”

Il sindaco infine, tornando sull’assistente scolastica precisa infine: “Nessun allarme quindi, è un caso di positività riscontrato nel mondo scolastico come altri casi in passato e trattati egregiamente con tutte le cautele del caso. Difatti, anche i sessanta ragazzi che usufruiscono dei pullmini, saranno sottoposti a tampone cautelare già da lunedì 18 gennaio e tenuti a didattica a distanza come avvenuto nei mesi scorsi. Invito dunque tutti alla calma perché è un caso analogo a quelli già affrontati bene in passato guidati dal servizio di prevenzione della Asl di Teramo, in collaborazione con le dirigenti scolastiche”.