Popolare di Bari, lo sportello dell’ospedale a rischio chiusura: Atri in Azione si appella al sindaco

Atri. Nel piano di riordino delle filiali della Banca Popolare di Bari in provincia di Teramo ci sarebbe anche lo sportello che si trova all’ospedale di Atri.

“Se questa notizia fosse confermata, per la Città di Atri sarebbe una ulteriore iattura”, scrive in una nota il coordinatore cittadino di Atri in Azione, Michele Capanna Piscè. “Tenendo ben in mente che tale sportello è presente all’interno nel nosocomio da lunghissimi anni, raggiungendo ottimi profitti, attraverso le tantissime operazioni che vengono svolte dagli operatori presenti all’interno del nosocomio, e non, del presidio.
Tenuto conto, poi, che lo stesso giorno ad Atri, accompagnata dalla sua persona, vi è stata la presenza del Presidente della Regione Abruzzo Marsilio, che ha fatto proprio visita al Presidio Ospedaliero San Liberatore, ci auguriamo che, oltre alle problematiche del grave stato pandemico in atto, gli abbia voluto far presente anche la paventata chiusura dello sportello”.

“Nella eventualità non avesse avuto modo di farlo”, il coordinamento di Atri in Azione prega vivamente il sindaco Piergiorgio Ferretti, “anche in riferimento alle tantissime segnalazioni che ci sono arrivate, di voler prendere, nell’immediato, contatti con i vertici della Banca Popolare di Bari, coinvolgendo anche i diversi Enti Sovracomunali”.