6.5 C
Abruzzo
giovedì, Agosto 11, 2022
HomeNotizie TeramoCronaca TeramoLa siccità mette in ginocchio gli agricoltori del teramano: produzioni ridotte del...

La siccità mette in ginocchio gli agricoltori del teramano: produzioni ridotte del 50 per cento NOSTRO SERVIZIO

Ultimo Aggiornamento: martedì, 28 Giugno 2022 @ 12:05


Una stagione che gli agricoltori teramani non dimenticheranno. L’estate 2022 è da ricordare per la sua straordinaria siccità.

L’Abruzzo non fa eccezione, tantomeno l’area teramana dove si registra un calo della produzione agricola e ortofrutticola pesante, con costi aumentati a dismisura. Terreni arsi e produzione di girasole, ad esempio, appena intorno al 50 per cento.

Questo è il periodo della mietitura e si fanno già i conti con un calo impressionante sulla produzione di granaglie, in modo particolare il grano destinato su più fronti.

Chi a marzo a seminato il sorgo, o saggina una graminacea utilissima per la composizione dei foraggi per bestiame, ha dovuto fare i conti con la scarsità delle piogge.

Qui in collina ci si affida ai temporali primaverili e alle abbondanti piogge che sono però mancate. Questa è la situazione: solo il 30 per cento dei semi ha germogliato. Ma le piante nate sono in sofferenza per via della siccità.

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'