Ingresso (allagato) della scuola materna e strade interne: Obiettivo Tortoreto solleva il caso

Tortoreto. Piogge e temporali riportano in auge, tra le tante questioni, anche il problema legato all’ingresso della scuola materna di via Giovanni XXIII a Tortoreto.

 

E l’acquazzone di venerdì scorso, con scolari in entrata uscita dal plesso, si sono dovuti confrontare con le pozzanghere che connotano l’ingresso. A riportare in auge la problematica è il gruppo consiliare Obiettivo Tortoreto. “L’amministrazione deve risolvere il problema che non è nuovo”, pungola il capogruppo Domenico Di Matteo, “ anche perché l’accesso deve essere garantito, anche se la strada non è ancora comunale. Di recente, infatti, sembra che l’Ente sia intervenuto per sistemare tratti stradali non pubblici con mezzi propri e dunque, in attesa che quell’area venga sistemata, crediamo che debba esserci un analogo intervento per lo spazio dinanzi alla scuola”.

 

La sottolineatura di Obiettivo Tortoreto offre lo spunto anche per analizzare un altro tema, peraltro già evidenziato un anno fa. Che è quello della scarsa cura e attenzione sulle cosiddette strade di campagna, su molte delle quali non si sono registrati interventi sul manto brecciato e sulle attività di taglio della vegetazione spontanea.

Rinnoviamo l’invito all’amministrazione Piccioni”, prosegue Di Matteo, “di preoccuparsi nel sistemare le strade interne: siamo in netto ritardo. Certi interventi vanno fatti tra settembre e ottobre, mentre ora con novembre oramai alla fine, nulla è stato fatto. Con la stagione delle piogge, che fino ad ora non si sono manifestate, poi certi interventi non si possono fare.

Sotto questo aspetto, si è peccato di scarsa programmazione. Pochi interventi sono stati garantiti nel 2019, nessuno nel 2020. Tutti i cittadini sono uguali, tutti pagano le tasse e anche le zone interne devono essere tenute nella giusta attenzione in fatto di manutenzione e decoro”.