6.5 C
Abruzzo
martedì, Maggio 24, 2022
HomeNotizie TeramoCronaca TeramoGiorno della Memoria: le iniziative nelle scuole

Giorno della Memoria: le iniziative nelle scuole

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 27 Gennaio 2022 @ 9:09

Teramo. Ci sono alcuni giorni nel corso dell’anno in cui siamo invitati a riflettere più che in altri; ci sono giornate come quella di oggi in cui non si può non ricordare.

 

Il 27 gennaio è il giorno della consapevolezza, è il giorno della memoria. Come ben chiarito dal Ministro dell’istruzione Bianchi “La Giornata della Memoria” non serve solo a commemorare quei milioni di persone uccise crudelmente e senza nessuna pietà ormai quasi 80 anni fa. “Serve a ricordare che ogni giorno esistono tante piccole discriminazioni verso chi ci sembra diverso da noi”.  E non si può dimenticare e tacere sul fatto che esistono anche oggi persecuzioni ed assassinii in nome di discriminazione razziale, ideologica e sessuale.

Dai mille episodi quotidiani appare chiaro che “la memoria” è sommersa e soffocata da un continuo brusio di fondo che prende forma definita in una domanda ricorrente, una domanda appesantita da un sotto testo di ostilità. Girando nelle scuole è subito chiaro che il ricordo della Shoah è confuso. Pochi sanno che riguarda il cuore dell’Europa. Riguarda l’abisso nel quale è sprofondata l’umanità. Riguarda la facilità di manipolazione delle masse. Riguarda la perdita della coscienza individuale nell’ubriacatura collettiva. Riguarda la distinzione tra il Bene e il Male. Riguarda tutti, in ogni luogo e in ogni epoca.

Per non dimenticare, per fare memoria, l’associazione “Falcone e Borsellino”  e  l’Istituto  comprensivo TERAMO 4 di San Nicolò nell’ambito del “Premio Borsellino tutto l’anno”,  organizzano  un incontro  per  la “Giornata della Memoria” 2022  sul tema “Se capire è impossibile, conoscere è necessario”  che si svolgerà Giovedi   27 gennaio  alle ore  dalle ore 10,30 presso  Istituto comprensivo TE 4  San Nicolò,  con il saluto della Dirigente scolastica  Adriana Piscella e la relazione dell’Avvocato Luigi Guerrieri.

Non si può tacere che c’è qualcosa di profondo che ormai si muove e si manifesta con continuità anche in Italia: strizzare l’occhio a culture e simboli che per decenni hanno rappresentato l’odio, l’eredità irrisolta del nazismo, un passato con cui fare i conti, una cesura da cui non sono mai abbastanza le distanze. Basta leggere la stampa ogni giorno per averne ulteriore conferma.

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'