Covid, la protesta a Teramo: “Sono stato strumentalizzato, chiudo il profilo” FOTO

Manuel Ciardelli dell’enoteca “L’assenzio” a Teramo chiuderà il profilo social.

Lo annuncia lui stesso, dopo la strumentalizzazione politica che racconta essere partita dalla sua protesta. Oggetto del contendere, le sue parole in riferimento alla telefonata ricevuta dal leader della Lega, Matteo Salvini, dopo aver bruciato le bollette in strada.

“Io non ho mai dato il mio consenso ad usare la mia immagine, la mia protesta e la mia storia come elemento politico per nessun partito poiché alla base della mia protesta c’è l’abbattimento dell’istituzione politica, mi auguro che questa cosa risulti chiara nonostante i post, i fotomontaggi di propaganda e tutto il resto – ha scritto Manuel sul suo profilo – Purtroppo questa strumentalizzazione ha rovinato un percorso che poteva dare frutti, anche se ho incontrato persone del mio settore con cui costruire una cosa nuova, pulita e potente e la porteremo avanti nonostante tutto. Chiuderò il mio profilo per avere respiro e disintossicarmi dall’odio politico nato in questi giorni. Sono abbattuto per tutto questo, l’odio tende a vincere. Avete vinto voi, tutti. Io di certo ho perso”.