Coronavirus, il vescovo di Teramo-Atri in raccoglimento al cimitero di Cartecchio

La Pesidenza della Conferenza Episcopale Italiana il 19 marzo scorso ha invitato tutti i vescovi a recarsi in un cimitero della propria diocesi con “l’intenzione – recita la nota CEI – di affidare alla misericordia del Padre tutti i defunti di questa pandemia, nonché di esprimere, anche in questo modo, la vicinanza della Chiesa a quanti sono nel pianto e nel dolore… Le comunità cristiane, pur impossibilitate alla vicinanza fisica, non fanno mancare la loro prossimità di preghiera e di carità”.

Oggi, alle ore 11:30, il Vescovo della Diocesi di Teramo-Atri Lorenzo Leuzzi si è recato in visita privata al cimitero di Cartecchio per un momento di raccoglimento, di preghiera e di benedizione, affidando alla misericordia del Padre tutti i defunti di questa pandemia e chiedendo consolazione per le famiglie colpite dal lutto. Anche oggi il vescovo ha vissuto, in comunione con tutti i sacerdoti diocesani il “venerdì della Misericordia” della Chiesa italiana, nel quale lo sguardo al Crocifisso invoca la speranza consolante della Risurrezione.

Nei limiti stabiliti dalle restrizioni governative, il vescovo continua la sua opera pastorale di guida, vicinanza e sostegno con una serie di iniziative: è in continuo contatto con i sacerdoti, suoi collaboratori, per garantire il sostegno e il consiglio nelle problematiche pastorali; attraverso la Caritas diocesana, sta curando la distribuzione delle poche mascherine disponibili, ai sacerdoti e alla “Piccola Opera Caritas”, oltre alle iniziative già attivate per cercare di sostenere e farsi prossimi verso le persone più fragili (numero verde per richiesta di aiuto e di sostegno: 800 023 640; distribuzione pasti da asporto ai poveri nella città di Teramo; acquisto dispositivi informatici per minori di famiglie in difficoltà al fine di favorire la didattica online; accoglienza, presso strutture della città, di persone senza dimora impossibilitate a seguire le direttive sulla quarantena; distribuzione di pacchi alimentari a domicilio, ecc…);  con il portale della diocesi (www.diocesiteramoatri.it) e i social (Telegram, Facebook e Instagram) cerca di aggiornare e di rendere un servizio di comunicazione puntuale, oltre che essere in diretta streaming ogni sera dalla cappella dell’episcopio; altre iniziative sono in fase di realizzazione e verranno presto rese note dall’ufficio per le comunicazioni sociali.