-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Colonnella, edifici pubblici danneggiati dal sisma: chiesti i fondi alla struttura commissariale

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 19 Maggio 2021 @ 11:39

Colonnella. Sei gli edifici pubblici danneggiati nel sisma del 2016 per danni complessivi di 3,9 milioni.

 

E’ questa la valutazione fatta dal Comune di Colonnella che ha trasmesso alla struttura commissariale per la ricostruzione l’elenco degli edifici danneggiati e i danni riportati nel sisma.

Situazione molto particolare quella del centro vibratiano che rappresenta uno dei pochi centri, non compresi nel cratere sismico, ad aver riportato danni significativi.

Oltre a diversi fabbricati storici di proprietà, sono state danneggiate ben sei strutture comunali tra cui Palazzo Pardi e la ex sede comunale, che sono considerati anche edifici strategici, nonché un muro di contenimento posto su Via Belvedere, vistosamente lesionato.

“Dopo gli interventi di ricostruzione della chiesa parrocchiale”, evidenzia il sindaco Leandro Pollastrelli, ” i cui lavori sono stati ultimati nel dicembre del 2019, speriamo nello sblocco delle somme richieste per le nostre strutture pubbliche in modo da ridare vitalità al nostro centro storico con l’utilizzo di edifici strategici, tra cui Palazzo Pardi sul quale la nostra amministrazione ha sempre avuto in animo di trasferire la sede comunale e l’edificio dell’ex Comune da adibire a “palazzo della cultura”, con biblioteca e sala mostre.

Purtroppo, il nostro centro storico ha risentito pesantemente del sisma 2016, e presenta diversi fabbricati inagibili; la nostra speranza è che possano essere al più presto riattivati così da poter essere nuovamente riutilizzati e ridare vita ad un centro storico annoverato tra i più belli e caratteristici d’Abruzzo.

Colonnella ha avuto la sfortuna di essere il comune più colpito al di fuori del cratere sismico, e necessita quindi di una attenzione particolare da parte dell’Ufficio della Ricostruzione, poiché gli edifici danneggiati sono tanti e potranno essere ricostruiti solo con l’aiuto di risorse economiche pubbliche”.

 

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,933FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate