Atri, assemblea d’istituto in streaming per gli studenti del Polo Liceale ‘Illuminati’

Gli studenti del Polo Liceale Illuminati di Atri ribadiscono che la scuola non si è fermata, e lo hanno fatto svolgendo l’assemblea d’istituto in diretta streaming su YouTube.

 

I 4 rappresentanti degli studenti, Marinelli, Gambacorta, Leone e Liberatore, in collaborazione con la dirigenza, hanno deciso di non privare gli alunni del diritto all’assemblea trasmettendola in diretta streaming su YouTube con una regia autogestita. Ospiti della diretta sono state la dottoressa Monica Brandiferri, consigliera delle pari opportunità della provincia di Teramo e la professoressa Chiara Di Nardo Di Maio fondatrice della commissione pari opportunità del comune di Atri. Le due ospiti, insieme ai rappresentanti, hanno affrontato il tema del 25 novembre e della violenza sulle donne.

“Un forte e chiaro messaggio è stato lanciato”, si legge nella nota della scuola, “la giornata del 25 novembre non è limitata a quel giorno, ma a tutti i giorni. Noi giovani siamo la chiave per abbattere ogni genere di violenza, di sopruso, di diversità. Lì dove non arrivano gli altri possiamo cambiare noi il futuro della NOSTRA società, nostra e di nessun’altro. Dobbiamo avere il coraggio di denunciare e di non voltarci”.

In conclusione i rappresentanti hanno dedicato un pensiero a tutti gli studenti, incitandoli a non mollare proprio ora per via della situazione pandemica: “Ci siamo fermati, non possiamo più muoverci tra i banchi, non possiamo più uscire dalla classe per girovagare tra i corridoi, andare a scambiare due chiacchiere con il collaboratore, prendere un caffè alla macchinetta. Purtroppo qualcosa ci ha privato di tutto questo, della nostra quotidianità. Eppure abbiamo avuto coraggio, coraggio di andare avanti, coraggio di trasformare il web nelle nostre classi. Pensiamo ai nuovi arrivati, che immaginavano un’accoglienza diversa. Pensiamo ai maturandi che lasceranno la scuola senza gli ultimi abbracci e senza vivere veramente gli ultimi giorni da liceali. Le emozioni non si trasmettono con un messaggio! Siamo cambiati, la scuola è cambiata, la vita è cambiata. Ma dobbiamo avere la forza di combattere ancore un po’ e di arrivare al traguardo, manca poco. Torneremo a vivere la normalità, torneremo a ridere ed emozionarci tra i banchi, torneremo a vivere le assemblee, teniamo duro ragazzi, torneremo!”