Alba Adriatica, possibilità di occupare il suolo pubblico: la richiesta degli esercenti di viale della Vittoria

Alba Adriatica. I titolari di bar e ristoranti di viale della Vittoria, ad Alba Adriatica, chiedono di poter godere di spazi all’esterno delle rispettive attività nella gestione della fase due e comunque durante l’estate, oramai alle porte.

 

Da lunedì 18 maggio torneranno ad essere operative, come da decreti governativi e ordinanze regionali, una serie di attività di natura commerciale. Tra queste anche quelle legate alla ristorazione e alla somministrazione di alimenti e bevande. Il distanziamento sociale, anche nelle attività, utilizzo di dispositivi di protezione e areazione dei locali, rappresenteranno il mantra dei prossimi mesi. A partire da quelli estivi. Ecco, dunque, che da parte di alcuni titolari di pubblici esercizi di viale della Vittoria parte una proposta all’amministrazione comunale.

 

Un invito a poter concedere spazi esterni alle rispettive attività per poter accogliere i clienti. Insomma, la possibilità di “estendere” gli spazi a disposizione delle varie attività negli spazi pubblici. Per una serie di questioni normative, non sembra praticabile l’ipotesi di sfruttare i marciapiedi, ma la soluzione potrebbe essere trovata utilizzare le are destinate a parcheggi dinanzi alle rispettive attività. “Da parte delle attività della nostra zona”, sottolinea Tonino Bigini, portavoce degli esercenti, “ questa esigenza è molto sentita e chiediamo all’amministrazione comunale di poter ragionare in maniera concreta attorno a questa possibilità che sarebbe molto importante nella fase della ripresa per le nostre attività”.

Riapertura. Nel frattempo, da lunedì 18 tante attività riapriranno i battenti e da parte del Comitato Centro Storico e di Piazza del Popolo, arriva un invito alla cittadinanza: quello di sostenere i negozi locali e rilanciare l’economia cittadina in un momento molto delicato. Insomma, spendere ad Alba Adriatica.