Alba Adriatica, ponte di via Ascolana: servono fondi (tanti) e tempo

Alba Adriatica. Il percorso è ancora tutto da scrivere. Nell’intervento da mettere in cantiere, dai tempi (che non saranno brevissimi) e dai fondi necessari per il ripristino di un ponte stradale che, sul piano, ha una valenza strategica molto importante.

 

Nel corso delle prossime settimane, e comunque entro la fine dell’anno, dovrà essere presa una decisione definitiva su come intervenite sul ponte di via Ascolana (sul Vibrata), chiuso al traffico da oltre 45 giorni per i problemi legati alla stabilità e alla vulnerabilità sismica acclarati da uno studio specifico commissionato dall’amministrazione comunale.

 

Anche se sulla questione manca una definizione definitiva, appare possibile che la strada da seguire sarà quella di abbattere il viadotto di via Ascolana, al confine tra i territori di Alba e Corropoli. Che appare quella più onerosa sul piano pratico, ma resta da vedere se esistono i margini per un intervento di messa in sicurezza del viadotto. Che sarà in ogni caso dispendioso e non brevissimo. A breve questo elemento sarà chiarito e bisognerà poi anche sedersi ad un tavolo con il Comune di Corropoli.

 

Dato per scontata l’abbattimento e la ricostruzione del ponte, la spesa ipotizzata non sarà inferiore ad 1 milione di euro. Come trovarli? Gli enti dovranno pianificare questo percorso, con la speranza poi di intercettare dei fondi sovra-comunali.