Alba Adriatica, applicazione imposta di soggiorno e affitti in nero: controlli della polizia locale

- SIDEBAR 1 -
- EVO -
Ultimo Aggiornamento: giovedì, 19 Agosto 2021 @ 15:45

Alba Adriatica. Un giro di vite utile per verificare la corretta applicazione della tassa di soggiorno e far emergere gli affitti turistici in nero.

 

In una stagione estiva da numeri importanti, in fatto di presenze, l’amministrazione comunale di Alba Adriatica è impegnata, in questo frangente, nell’effettuare una serie di controlli sull’applicazione dell’imposta di soggiorno: gabella introdotta nel 2019 e che si applica nel periodo estivo.

A darne comunicazione è il vicesindaco con delega alla polizia locale, Alessandra Ciccarelli.

Di recente la disciplina delle locazioni brevi ha subito diverse modifiche ed è un tema particolarmente sensibile in cui ricade inevitabilmente anche l’imposta di soggiorno”, commenta la Ciccarelli.

“Il tema dell’evasione nell’ambito dell’imposta di soggiorno rappresenta un aspetto «comune» che gli Enti sono chiamati a gestire e affrontare e che si contraddistingue dagli altri tributi”.

Gli accertamenti amministrativi sul tema sono in corso da parte degli agenti della polizia locale di Alba Adriatica e riguardano essenzialmente due direttrici: la verifica dell’applicazione dell’imposta di soggiorno, e il relativo versamento, nelle strutture ricettive e nelle abitazioni private; inoltre i controlli tendono anche a far emergere anche quella fetta di affitti turistici non dichiarati.

- EVO -

Nel corso delle varie verifiche, gli agenti acquisiscono atti e documenti che comprovano dichiarazioni e versamenti, così come è previsto nel regolamento comunale che disciplina l’imposta di soggiorno.

-- ALTRE NEWS 0 --
-- ALTRE NEWS 1 --
- SIDEBAR 2 -

Latest articles

- SIDEBAR 3 -

Notizie Correlate