-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Giulianova, Marozzi svela la situazione di Piazza Della Chiesa e attacca l’amministrazione FOTO-DOCUMENTI

Ultimo Aggiornamento: domenica, 29 Ottobre 2017 @ 15:52

IMG 2  1Giulianova. È stata presentata questa mattina in conferenza stampa l’attuale situazione di Piazza Della Chiesa che lega Giuseppe Marozzi al Comune di Giulianova dal 2003, anno in cui l’amministratore della SPORT WORLD srl ha acquistato i terreni con una capacità edificabile fino a 14 metri.

Alla conferenza hanno perso parte i candidati Sindaco: Laura Ciafardoni, Gianluca Antelli e due attivisti del Movimento 5 Stelle Luca Staffilano e Mauro Di Crescenzo. Marozzi ha voluto ricostruire tutte le vicende rivolgendosi ai candidati sindaco dopo l’ennesimo blocco a procedere da parte del Comune di Giulianova.

“In questi anni – commenta Marozzi – LA SPORT WORD si è adoperata ad apportare modifiche migliorative del progetto originario poiché considerato dalla stessa troppo impattante e non adeguato al luogo di interesse. Per rispondere alle esigenze della collettività e nel rispetto dei luoghi, ha cercato di raggiungere il giusto compromesso tra l’interesse del privato e il benessere pubblico, mostrandosi sempre aperta al dialogo con le diverse amministrazioni che nel tempo si sono succedute. E non si dimentichi, l’offerta della SPORT WORLD srl fatta nel 2006 all’Amministrazione Ruffini per finanziare i diversi progetti di riqualificazione della città”.Vista relazione paesaggistica 4 mod 20121221

Una vicenda che sarebbe divenuta ancora più complessa durante l’amministrazione di Mastromauro, “quando viene stravolto – aggiunge Marozzi – il piano regolatore e viene ridimensionato il potere edificatorio che insiste nella proprietà SPORT WORLD srl. Si apre così un lungo periodo di ricorsi al TAR in cui l’Amministrazione ha resistito in giudizio per difendere un piano regolatore fuori legge. Con la sentenza del TAR Abruzzo, n. 477 del 17.7.2012, confermata dal Consiglio di Stato, Sezione Quarta, n. 1740 del 27.3.2013, viene accolto il ricorso di SPORT WORLD contro il Comune di Giulianova e viene annullata la deliberazione del Comune di Giulianova del 25.11.2009 n. 56, con cui era stata introdotta nella fase di osservazioni al PRG un emendamento peggiorativo riguardante il comparto di tipo 2-B2.418 di proprietà SPORT WORLD a prevalente destinazione residenziale. Il Comune di Giulianova ha rigettato l’istanza del 28.2.2011, sul presupposto della inammissibilità della variante progettuale ante operam presentata da Sport World per adeguare il progetto ai rilievi formulati dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici. In risposta, la SPORT WORLD ha proposto un ricorso con istanza cautelare al TAR Abruzzo e con sentenza della Sezione Prima n. 1002 del 21.11.2013,il TAR accoglie l’istanza cautelare e disponendo che il Comune proceda alle attività finalizzate all’esame del progetto in questione, concludendo il procedimento nei termini di legge, fissando la pubblica udienza di merito per il prossimo 19.11.2014. Da qui il rilascio del permesso di costruire in conformità al progetto planivolumetrico approvato, che potrebbe essere migliorato prevedendosi, anziché la edificazione in verticale di due condomini, una edificazione in orizzontale meno impattante nell’area”.

Per Marozzi “questa soluzione, alla quale si era giunti dopo mesi di trattativa tra le parti, avrebbe consentito alla SPORT WORLD l’esecuzione diretta dei lavori nello spazio aperto in corrispondenza di Via Pirandello, l’allestimento del collegamento Sud-Nord e l’esecuzione di opere all’interno del parco pubblico che ne permettano l’uso alla collettività. Un investimento di 150.000,00 euro, che, nonostante la cessione di 18mila mq alla collettività, la giunta Comunale non ha voluto firmare seppur la maggioranza avesse approvato il progetto. Un progetto che avrebbe portato benessere e rivalutazione paesaggistica dell’intera area riqualificando la Piazza Dalla Chiesa (CLICCA E SCARICA IL PROGETTO) ormai da anni lasciata al degrado e all’abbandono e oggetto continuo solo di speculazioni e di illazioni di chi non conosce a fondo i fatti in oggetto”.

 

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate