Teramo, vertenza Hatria: lettere di licenziamento arrivate, ma la protesta continua

I lavoratori dell’Hatria, riuniti oggi in assemblea, hanno discusso in merito alla situazione della vertenza.

I lavoratori, fanno sapere la RSU e le segreterie di FILCTEM e FEMCA, hanno espresso forte disagio per la drammatica situazione che si è creata con l’arrivo delle lettere di licenziamento (55), rilevando che la richiesta espressa di congelare i licenziamenti fino al 25 ottobre, data di convocazione del tavolo al Ministero dello Sviluppo Economico, non è andata a buon fine.

Nonostante tale circostanza, al fine di valorizzare l’interessamento del vice Ministro, l’assemblea dei lavoratori ha deciso di proseguire le iniziative di lotta articolate secondo le seguenti modalità: assemblea permanente presso il presidio in prossimità dello stabilimento nelle giornate di sabato 21 ottobre e domenica 22 ottobre; sciopero di 32 ore, distribuito in otto ore giornaliere su ogni turno di lavoro, da lunedì 23 ottobre 2017 a giovedì 26 ottobre 2017, con blocco di ogni forma di lavoro supplementare; convocazione dell’assemblea dei lavoratori per giovedì 26 ottobre.