Pescara, apre la mostra personale di Lao Di Giampaolo

Pescara. Aprirà domani, venerdì 15 dicembre, la mostra personale dell’artista pescarese Vinceslao Di Giampaolo, conosciuto semplicemente come ‘Lao’, prematuramente scomparso nel 2014.

L’iniziativa, promossa dagli assessorati al Commercio e alla Cultura, sarà allestita presso i locali del mercato coperto di via Cesare Battisti e sarà visitabile fino a domenica 17 dicembre ed è stata organizzata in sinergia con l’associazione PiùAbruzzo; il professor Albano Paolinelli; il professor Vito Giovannelli per la consulenza artistica (studi e materiali).

Vincenslao Di Giampaolo nacque a Pescara il 6 novembre 1972. Sin da piccolo ha mostrato talento per la grafica, come attesta il premio ricevuto nel 1985 alla scuola media Michetti seguito dal professor Vito Giovannelli, che resterà per sempre il suo mentore. Dopo aver frequentato il Liceo Artistico, si iscrive, quindi, alla facoltà di Archiettura dell’Università di Pescara, che non concluderà mai, nonostante mancasse soltanto la tesi di laurea, perchè impegnato in importanti progetti di lavoro.

Nel 1993 “Lao”, questo il soprannome col quale tutti gli amici erano soliti chiamarlo, ha partecipato alla mostra d’arte dei dipinti edita per il cinquantesimo anniversario dell’aviatore patriota abruzzese Eugenio Sirolli. L’anno successivo disegnerà a matita delle opere dei ceramisti Bontempo “figulo di Rapino”.
Nel 1995 si classifica al primo posto al contest artistico pescarese “Insieme…aspettando Primavera” vincendolo con il disegno “Giovane donna”. Nel 1996 ha realizzato i fischietti di Antonio D’Annunzio di Castelli (Teramo). Nel frattempo è iniziata la collaborazione con l’imprenditore italosvedese Daniele Kihlgren per la ristrutturazione del Borgo di Santo Stefano di Sessanio (L’Aquila).

Successivamente, visti gli ottimi risultati, sarà affidata alla sua creatività anche all’arredamento dei famosi ‘Sassi’ di Matera in Basilicata. Molte riviste tecniche e di architettura daranno spazio a questi lavori di studio e di progettazione originale. Nel 2002 i suoi disegni illustrativi saranno ospitati nel volume di Don Giovanni Gianllonardo sulla storia di Santo Stefano di Sessanio. Durante la sua breve esistenza, morirà il 21 febbraio 2014 all’età di 41 anni, Lao non ha mai smesso di illustrare, dipingere, progettare, sperimentare in diversi campi artistici tra cui anche nei disegni di merletti per la 55° Settembrata Abruzzese, omaggio alla più antica merlettaia d’Italia, Maria Concetta Egidio.