Pescara, Covid a scuola: superiori al 50% e più controlli sugli assembramenti

Pescara. Potenziamento dei controlli da parte delle forze dell’ordine davanti alle scuole e nei luoghi in cui solitamente stazionano i giovani, con l’obiettivo di verificare il rispetto delle misure anticovid.

E’ quanto deciso nel corso di un vertice in Prefettura a Pescara, in considerazione dell’aumento dei contagi nell’area metropolitana, soprattutto nelle scuole.

All’incontro, oltre al prefetto, Giancarlo Di Vincenzo, hanno partecipato sindaco e vicesindaco di Pescara, Carlo Masci e Gianni Santilli, il procuratore della Repubblica, Annarita Mantini, i vertici delle forze dell’ordine, rappresentanti della Asl e dell’Ufficio scolastico.

Si è inoltre deciso, per quanto riguarda le scuole superiori, che l’attività didattica andrà avanti in presenza al 50%, “salvo che l’ulteriore progressione della circolazione del virus, i cui dati saranno comunicati e quotidianamente monitorati dalle autorità sanitarie, imponga misure più stringenti”.

Lunedì 8 febbraio, inoltre, prenderà il via lo screening di massa in tutte le scuole di Pescara competenza comunale. L’iniziativa è promossa da Asl e Comune. Si inizierà con i comprensivi ‘2’ e ‘8’ e con la ‘Montale’ del comprensivo ’10’.